domenica 01 febbraio 2015




L'ebbrezza del potere cominciò a decomporsi in raffiche di disagio.

Gabriel García Márquez

jtemplate.ru - free extensions for joomla
Oggi sulla Stampa
  • Cari genitori attenti all'ombra digitale in cui crescete i figli


    L'identità digitale dei nuovi nati comincia a essere un problema concreto. Consultando nonni e manuali sappiamo tutto su cambi di pannolino, primi dentini, gattonamenti e alimentazione corretta, però nessuno ha ancora stilato le buone regole per sostenere la crescita della dell'"ombra digitale" del proprio figliolo. Ogni pargoletto inizia ad accumulare un'immensa montagna di dati, sin da quando ci rendiamo conto di averlo concepito.
    Gianluca Nicoletti, La Stampa ...
    Commenta
  • "E' stata la bellezza del mondo a salvarmi dal fallimento politico"

    Sommersi come siamo dai luoghi comuni sulla vecchiaia non riusciamo più a distinguere una carrozzella da un tapis roulant. Lo stereotipo della vecchiaia sorridente che corre e fa ginnastica ha finito con l'avere il sopravvento sull'immagine ben più mesta di una decadenza che provoca dolore e tristezza. Guardo Rossana Rossanda, il suo inconfondibile neo. La guardo mentre i polsi esili sfiorano i braccioli della sedia con le ruote.
    Antonio Gnoli, La Repubblica ...
    Commenta
  • Più attenzione alla salute mentale

    Pochi giorni fa l'Agenzia italiana del farmaco ha indicato le cinque categorie di farmaci più prescritte nei primi nove mesi dello scorso anno: al quarto posto si collocano quelli peri il sistema nervoso centrale e in particolare gli antidepressivi. Nulla di cui sorprenderci, visto che numerosi studi internazionali indicano che nel 2020 la depressione, dopo le malattie cardiovascolari, sarà la patologia responsabile della perdita del più elevato numero di anni di vita attiva e in buona salute.
    Claudio Mencacci, Corriere della Sera ...
    Commenta
  • Che cosa cambia nella nuova era del post Nazareno

    Fino a che punto l'elezione di Sergio Mattarella ("l'operazione politica perfetta", come dice la sua vecchia amica Maria Pia Garavaglia) cambierà il governo, la legislatura e i rapporti politici? Abbastanza, a condizione di non fermarsi a ragionare in forme ossessive intorno al destino del "patto del Nazareno". C`è dell'altro, al di là del portone di Palazzo Grazioli.
    Stefano Folli, La Repubblica ...
    Commenta
  • Uomini che vogliono comprendere le donne

    Lui è un ricercatore di Estetica. Accompagna il figlio a una festa di compleanno un fast food e sui maxischermi appare il video di Anaconda. Fermo immagine. Bambine e bambini non staccano gli occhi dal sedere della rapper Nicki Minaj. Lui, il papà ricercatore, si chiede "cosa rimarrà a mìo figlio di quella che sta vedendo? Cosa gli insegna, in cosa lo cambierà?".
    Loredana Lipperini, La Repubblica ...
    Commenta
  • Le star alla Regina: "Non solo Turing, è ora di riabilitare 50mila gay inglesi"

    Non solo Turing. L'Inghilterra dello spettacolo e dell'arte si muove per chiedere che il governo riabiliti i quasi 50 mila uomini condannati per "atti indecenti", come fino a metà degli anni '60 qui veniva ancora classificata l'omosessualità. Quindicimila di loro sono probabilmente ancora vivi.
    Enrico Franceschini, La Repubblica ...

    Commenta
L'intervista
  • Ha vinto per disperazione

    Federica Bianchi, L'Espresso
    30 gennaio 2015

    La gente non voleva cambiare, solo punire chi l'ha impoverita. Quanto vale Tsipras lo scopriremo ora. Parla il grande scrittore. Il Camilleri greco, Petro Markaris [...] sulla crisi del suo paese dal 2010 [...] ha raccontato i vizi della sua gente trasformandosi nella coscienza critica della società e della politica. ...
    Commenta
Animali
  • La lobby del randagismo

    RandagismoMargherita D'Amico, Le inchieste di Repubblica
    29 gennaio 2015

    Uno studio svela che da un cane femmina abbandonata in sette anni si possono ricavare ben 67mila cuccioli. La soluzione per sconfiggere il sovraffollamento di cani ci sarebbe. E' semplice, efficace ed è prevista dalla legge: la sterilizzazione degli animali. Ma né i Comuni né le Asl l'hanno applicata. Si preferisce creare migliaia di canili che hanno un costo enorme per la comunità, non risolvono il problema e finiscono per aggravarlo. ...
    Commenta
Salute
  • Il paese dei cesarei

    Gina Pavone, Ingenere.it
    28 gennaio 2015

    Si nasce grazie al bisturi, da noi molto più che altrove, e in particolare al sud. L'Italia continua a essere il paese dei parti cesarei, con una percentuale che supera di gran lunga la media europea, ma anche quella di Usa e Canada. Secondo i dati appena pubblicati dall'Istat nel report "Gravidanza, parto e allattamento al seno", la percentuale italiana dei cesarei è pari al 36,3% nel 2013, ...
    Commenta
Diritti
  • Giustizia per i lavoratori sikh

    Marco Omizzolo, Zeroviolenza
    29 gennaio 2015

    Molti padroni italiani, ossia imprenditori agricoli, in provincia di Latina, considerano i braccianti, soprattutto indiani, come animali da soma. Spesso sfruttati, esposti a violenze e ricatti, reclutati a volte tramite caporale (italiano o indiano), i braccianti indiani subiscono le prepotenze di un sistema economico e culturale che è pienamente capitalista. ...
    Commenta
Sanità
Grecia
  • Cosa imparare davvero dalla Grecia

    Popolo GreciaMarco Filippetti, Communia
    28 gennaio 2015

    Mentre scrivo, la prima riunione del nuovo governo greco a guida Siryza si è appena conclusa. Impressionante la velocità con cui Tsipras ha formato il nuovo esecutivo. Primi provvedimenti dal grande valore politico: innalzamento del salario minimo a 751 euro e blocco della vendita del porto del Pireo ai cinesi. ...
    Commenta
No Tav
  • Tav, maxi processo per gli scontri del 2011: 47 condanne e 6 assoluzioni

    Andrea Giambartolomei, Il Fatto Quotidiano
    27 gennaio 2015

    Pene da 250 euro di multa ai 4 anni e mezzo di reclusione. Dal pubblico si è levato grida come "Vergogna" e "Liberi tutti" poi alcune persone, tra cui gli imputati, hanno intonato "Bella ciao".Quarantasette condanne per un totale di circa 140 anni di carcere e sei assoluzioni. Si è chiuso così a Torino il maxi processo ai no tav per gli scontri del 2011 in Valle di Susa. La sentenza è stata letta dal giudice Quinto Bosio nell’aula bunker delle Vallette.

    ...
    Commenta
Razzismo
  • Annus horribilis sulle rotte della disperazione

    Marco Omizzolo e Roberto Lessio, Il Manifesto
    27 gennaio 2015

    Nel corso delle ultime settimane sulla stampa nazionale e internazionale è un proliferare di analisi e a volte di allarmi sulle vie del terrorismo in Europa. I neofascisti alla Marie Le Pen e i fascio-padani Salvini e Borghezio hanno subito chiesto di respingere le migliaia di persone che sbarcano sulle nostre coste. ...
    Commenta
Periferie
  • Quei muri invisibili delle nostre periferie

    Massimo Nava, Corriere della Sera
    24 gennaio 2015

    Un poliziotto di colore, musulmano, figlio d'immigrati può essere ucciso dai terroristi e decorato come servitore dello Stato, ma non diventerà un alto ufficiale della gendarmerie. Le possibilità per un giovane delle periferie di scalare le gerarchie sociali, di accedere alle università più prestigiose, alle grandi scuole di amministrazione, sono esigue. ...
    Commenta
Relazioni
  • Patriarcato

    Alberto Leiss, Il Manifesto 
    27 gennaio 2015

    Ma il patriarcato è davvero finito? O invece è vivo e vegeto, anzi è al contrattacco? Oppure si è adagiato, per dir così, in una flaccida crisi di identità? Questa breve premessa semiseria serve solamente a introdurre un'affermazione che non so quanto sia scontata o invece possa risultare per qualcuno soprprendente: ho letto il libro di Michel Houllebecq, Sottomissione. ...
    Commenta
TTIP
  • Impatti del TTIP su rinnovabili e sicurezza energetica

    Petrolio e TerraFrancesco Paniè, Rinnovabili.it
    23 gennaio 2015

    È possibile che il TTIP, segreto e controverso accordo di libero scambio tra Stati Uniti e Unione Europea, possa influenzare i mercati europei dell'energia, la competitività delle sue imprese e il settore delle energie rinnovabili? Era questa la domanda dietro lo studio intitolato “Impatti del Ttip sui mercati energetici europei e le industrie manifatturiere”, realizzato per conto della commissione Industria del Parlamento europeo (ITRE). ...
    Commenta
L'editoriale
  • L'inganno della libertà

    Manfredi Scanagatta, Zeroviolenza
    20 gennaio 2015

    "Morto per la libertà"

    Queste le parole che il comico francese Christophe Alévêque ha cantato con voce rotta indicando una bara ricoperta di vignette durante i funerali di Tignous, uno dei vignettisti di Charlie Hebdo ucciso da qualcosa e qualcuno che ancora si fa fatica a comprendere.
    Alévêque ha deciso di ricordare e celebrare la memoria dell'amico cantando "Bella Caio" sempre di più inno internazionale e condiviso della resistenza alle tirannidi, ...
    Commenta
L'intervista
  • Rodotà: “Ripartiamo dal basso, senza la zavorra dei partiti”

    Giacomo Russo Spena, Micromega
    22 gennaio 2015

    “Chi pensa di ricostruire un soggetto di sinistra o socialmente insediato guardando a Sel, Rifondazione, Alba e minoranza Pd sbaglia. Lo dico senza iattanza, ma hanno perduto una capacità interpretativa e rappresentativa della società”. Il giurista non risparmia riflessioni, ragionamenti e giudizi, anche duri. ...
    Commenta
Scuole
Newsletter
  • Iscriviti alla newsletter di Zeroviolenza
    Commenta
Calendario 2015
Flash News
Tweets @ZeroViolenza


Appuntamenti
eventi@zeroviolenza.it


  • 8x1000 Tavola Valdese
  • Re:Common

  • Europeen institute for gender equality

  • Cyber tuba
  • Lipperatura di Loredana Lipperini