Zeroviolenza su Facebook  
Zeroviolenza su Twitter  
Canale Youtube di Zeroviolenza  
venerdì 27 marzo 2015

 

Credo che nulla possa essere più astratto, più irreale di quello che effettivamente vediamo.
Sappiamo che tutto quello che riusciamo a vedere nel mondo oggettivo, come esseri umani, in realtà non esiste così come noi lo vediamo e lo percepiamo.
Giorgio Morandi

Stop TTIP
jtemplate.ru - free extensions for joomla
Oggi sulla Stampa
  • Il terrore dentro

    Campo di grano con i corvi, Vincent Van GoghNon esistono interpretazioni del suo gesto che lo riguardano, l'ha compiuto in modo anonimo, impersonale. Non si può parlare di premeditazione (per quanto sia possibile che abbia progettato l'incidente) poiché non c'è stata decisione. Lubitz ha agito come un incidente meccanico (con la stessa inumana concretezza del fatto), all'interno di una concatenazioni di eventi. Di questa concatenazione, che ha aperto un buco nella sua soggettività, non è stato che un ingranaggio. Nella follia l'altro può essere ucciso per l'odio determinato dalla passione, quando la passione finisce in un vicolo cieco e non ha altra scelta che distruggere ciò che ama.
    Sarantis Thanopulos, Il Manifesto ...
    Commenta
  • Da Pd e M5S primo sì al ddl. Ncd furioso

    Le Unioni civili incassano il primo sì grazie al nuovo asse politico tra Pd e M5S che taglia fuori il Ncd. Il testo base sulle unioni civili adottato ieri dalla commissione Giustizia del Senato è quello di Monica Cirinnà (Pd) che regolamenta le unioni civili tra persone dello stesso sesso consentendo anche le adozioni gay tramite l'istituto dello Stepchild Adoption, cioè la possibilità di adottare il figlio del partner. 
    Il Manifesto ...
    Commenta
  • Se i giovani s'abbeverano solo a Facebook

    Keith Haring

    Nell'immaginario comune Facebook è uno strumento di divertimento e, a volte, di disinformazione, dileggio, volgarità eccetera. Eppure il Rapporto CensisUcsi sulla comunicazione, tra le tante sorprese che riserva, ne ha una anche sul più grande social network del mondo. "È il primo strumento usato oggi dai ragazzi italiani per informarsi (lo usa il 71,1%)". [...] Perché Facebook piace così tanto?
    Gigio Roncilio, Avvenire ...

    Commenta
  • Limitare il bullismo on-line

    "Un idiota è un idiota, due idioti sono due idioti, diecimila idioti sono un partito", scrisse Franz Kafka. Lo sappiamo da sempre: siamo circondati. Eppure anche chi frequenta il Web da anni e sa quanto vomito possa sgorgare da certi siti-sfogatoio resta basito nel vedere spuntare di tanto in tanto pagine on-line come quella denunciata la scorsa settimana dall'Associazione Cataratta Congenita, che raggruppa genitori di bambini portatori di handicap visivo. [...]
    Gian Antonio Stella, Sette-Corriere della Sera ...
    Commenta
  • Non più celle ma "residenze": addio agli ultimi dei manicomi

    Graffiti nel manicomio di VolterraPer gli addetti ai lavori, Opg. In Italia esistono ancora. Per pochi giorni, però. Dal primo aprile chiudono tutti: quello di Castiglione e quello di Aversa, quello di Napoli e quello di Reggio Emilia, quello di Montelupo Fiorentino e quello di Barcellona Pozzo di Godo. Hanno sostituito i manicomi criminali e adesso chiudono anche loro. È sicuro. Quasi. Già nel 2012 erano stati aboliti, ma poi sono stati tenuti in vita due volte con una proroga. Ora, spariscono definitivamente.
    Gian Luca Favetto, il Venerdì-la Repubblica ...
    Commenta
  • I ragazzi italiani traditi due volte

    "Ora so che partire è stata la mia salvezza". Diletta, 28 anni, laureata in economia, ha lasciato l'Italia due anni fa. E' andata nel regno Unito, dove si è specializzata in gestione d'impresa allo University college di Londra. Poi si è trasferita a Parigi, dove ha ottenuto uno stage in banca e un primo impiego: un contratto a tempo determinato "ben remunerato", racconta con soddisfazione.
    Olivia Muller, Internazionale ...
    Commenta
Disarmo
Migranti
  • Come funziona la macchina dell'accoglienza dei migranti

    Mani migrantiValentina Brinis, Zeroviolenza
    26 marzo 2015

    La notizia per cui tra i migranti in arrivo via mare in Italia ci sarebbero anche terroristi pronti a colpire è l'ennesimo "al lupo al lupo", che aumenta immotivatamente lo stato di allarme e tensione verso le persone straniere. Si tratta, infatti, di un fenomeno che non è stato confermato e di cui non si è avuto ancora un solo caso. La realtà, per ora, è un'altra: la composizione di quei flussi è data da persone che fuggono da paesi in stato di guerra e che tentano, sapendo di avere scarse possibilità di riuscita, di salvare la propria vita emigrando altrove. ...
    Commenta
Globalizzazione
  • I predatori globali del sistema

    GlobalizzazioneBenedetto Vecchi, Il Manifesto
    27 marzo 2015

    La conversazione è iniziata laddove era stata interrotta alcuni anni fa. Anche allora la crisi dominava la scena. Ma Occupy Wall Street era molto più che una debole speranza, mentre gli indignados sembravano inarrestabili. Per Saskia Sassen erano segnali di una possibile inversione di tendenza rispetto alle politiche economiche e sociali di matrice neoliberista. E Barack Obama negli Stati Uniti, dove vine e insegna, sembrava ancora capace di sfuggire alle grinfie della destra populista....

    Commenta
Finanza
  • Luxleaks: la vecchia Europa e il coraggio di Antoine Deltour

    luxleaksLuca Manes, Zeroviolenza
    24 marzo 2015

    Tutti sanno chi è Richard Snowden, praticamente nessuno ha mai sentito parlare di Antoine Deltour. Eppure senza di lui il recente scandalo denominato Luxleaks – senza molta fantasia, va detto – forse non sarebbe mai scoppiato. LuxLeaks ha svelato l'esistenza di migliaia di accordi fiscali siglati in estrema segretezza dalle autorità lussemburghesi "in favore" di dozzine di multinazionali, ...
    Commenta
Isis
  • Sean Penn: "L'Isis? L'hanno inventato Cheney e Bush"

    Carlo Antonio Biscotto, Il Fatto Quotidiano
    24 marzo 2015

    Invitato al Late Night Show di Conan O’Brien, Sean Penn, lo strenuo, irriducibile progressista che si batte per tutte le cause, ha scatenato un putiferio con le sue dichiarazioni: "È stupefacente che Dick Cheney (ex segretario alla Difesa), questo batterio che infetta l’umanità, grazie alla tecnologia bionica sia ancora tra noi. ...
    Commenta
TTIP
  • Could the TTIP deal undo development gains?

    Barbara Crowther, The Guardian
    24 marzo 2015

    UN secretary general Ban-ki Moon has clearly stated his ambition for the sustainable development goals to be the most inclusive global development process ever, saying: "Development, after all, is about people. Their aspirations and ambitions must shape our policies and goals. I am determined to make sure that what a farmer says in Tanzania... will be heard at UN headquarters." ...
    Commenta
L'intervista
  • "Sono palestinese ma la mia è come un'identità multipla"

    Giovanna Branca, Il Manifesto
    24 marzo 2015

    Al confine tra Israele ed il Libano, in guerra tra loro, un'agiata famiglia palestinese si confronta con la sua eredità: quella di un padre che sta morendo come quella più metaforica della propria cultura, anch'essa al confine tra mondi diversi. ...
    Commenta
Scuole
  • La città dei bambini nella mente degli adulti: sognando insieme città senza violenza

    Geni Valle*, minima&moralia
    25 marzo 2015

    "Vivere senza confini", recitava lo spot pubblicitario di una compagnia telefonica, evocando libertà, superamento dei limiti spaziali e, naturalmente,  la possibilità di raggiungere tutti ed essere raggiunti. Divertita ed appena inquieta, mi domandavo se il successo del messaggio potesse derivare dalla soddisfazione del desiderio, inconscio e universale, di eludere le angosce che accompagnano la dimensione della separatezza. ...
    Commenta
TTIP e TISA
  • TTIP e TISA. La salute in vendita

    Stefano Guicciardi, Salute Internazionale.info
    18 marzo 2015

    I trattati commerciali fra USA ed UE, modificando le attuali regole a favore della libera concorrenza, potrebbero avere conseguenze negative sulla salute, sia indirettamente attraverso i determinanti sociali e ambientali di salute (lavoro, alimentazione, inquinamento, disuguaglianze, etc), sia direttamente attraverso la mercificazione dei servizi sanitari. ...
    Commenta
Repressione
Media
  • I ragazzi in balìa dei media abbandonati fra tv e web

    Giacomo Gambassi, Avvenire
    19 marzo 2015

    Più che nativi digitali, sono una generazione in balìa dei media. A 10 anni l'80% dei ragazzi accende da solo la tv e il 51% naviga su Internet senza avere nessuno accanto. A 7 anni si ha già in mano il cellulare. E poi c'è il boom del tablet che viene usato dalla metà degli under 13 fra le due e le tre ore al giorno. Guai, comunque, a pensare che i bambini abbiano abbandonato la televisione. Il piccolo schermo resta il mezzo più amato. ...
    Commenta
Stati Uniti
  • Negli asili di New York vietato stare seduti più di mezzora

    Francesco Semprini, La Stampa
    26 marzo 2015

    La crociata per la salute pubblica parte dalla prima infanzia. E' questa la filosofia alla quale si sono ispirate le autorità di New York nell'applicare una serie di misure restrittive a "salvaguardia" dei piccolissimi che ogni giorno trascorrono parte della loro giornata in asili e nidi.

    ...
    Commenta
Tunisia
  • Da Tunisi con furore

    Giovanni Porzio, Panorama
    26 marzo 2015

    Nella città vecchia di Kairouan la grande moschea di Oqba bin Nafi, il condottiero che conquistò la Tunisia all'islam nel nome del Profeta, era uno dei monumenti più ammirati dai turisti stranieri. ...
    Commenta
No Expo
  • Alla fiera dell'ipocrisia

    Tiziana Barillà e Raffaele Lupoli, Left
    21 marzo 2015

    Il pianeta degli obesi e quello dei denutriti, le food corporation e i piccoli produttori locali, i semi antichi e i robot che servono ai banchi del supermercato. Nel milione di metri quadri che dal primo maggio ospiterà Expo 2015 c'è posto per tutto. E il contrario di tutto. Un mix di ingredienti controversi conditi in salsa italiana: inchieste della magistratura, consumo di suolo agricolo e perfino una società civile divisa nel giudizio e nelle modalità di "presidiare" l'evento. ...

    Commenta
Bambini
Crisi e finanza
  • Che cosa è il Quantitative easing? Intervista a Andrea Baranes

    Monica Pepe, Zeroviolenza
    19 marzo 2015

    Andrea Baranes, cosa è il Quantitative easing e perchè è stato inventato dal sistema economico finanziario?


    Il Quantitativa Easing – QE –  è un intervento della Banca Centrale che “crea denaro” per comprare principalmente titoli di Stato. Per statuto la BCE non può acquistare questi titoli sul mercato primario (ovvero al momento dell'emissione da parte dei governi), ma unicamente sul secondario (il mercato in cui gli investitori comprano e vendono titoli già emessi). ...
    Commenta
La denuncia
  • Evasori al servizio di Sua Maestà

    Federico Ruffo, Il Fatto Quotidiano
    23 marzo 2015

    E' come essere in mare aperto, ma senza essere in mare. "Off Shore", dicono gli addetti ai lavori. Niente imbarcazioni, ma 14 linee di metropolitana, le più efficienti del mondo, che ogni giorno spostano 606mila esperti fiscalisti, avvocati. La marea si muove in 3 ondate, ad orari fissi. ...
    Commenta
Scuole
  • Prossimo incontro
    Mercoledì 1 aprile 2015, dalle ore 16.45 alle ore 18.45

    Istituto Alberto Manzi - Via del Pigneto, 301 ...
Sostieni
8x1000
  • Otto per mille alla Chiesa Valdese
Newsletter
  • Iscriviti alla newsletter di Zeroviolenza
    Commenta
Il Festival
  • Le Zuppe nutrono il pianeta, EXPO no!

    8° Festival Internazionale della Zuppa di RomaPerchè dedicare una giornata alla Zuppa?
    La zuppa è un piatto presente in tutte le tradizioni culinarie del mondo, quasi un filo conduttore che lega tra loro culture differenti senza però renderle uguali, anzi sottolineando la propria unicità. ...
    Commenta
Flash News
TTIP
Tweets @ZeroViolenza


L'intervista
Appuntamenti
eventi@zeroviolenza.it


  • Re:Common

  • Europeen institute for gender equality

  • Cyber tuba
  • Lipperatura di Loredana Lipperini