IL MANIFESTO

ABBIAMO SBAGLIATO, DISCUTIAMONE

di Giuseppe De Marzo, Il Manifesto
21 ottobre 2011
 
Un'occasione unica. Il 15 ottobre sarà ricordato come la data in cui per la prima volta in tutto il mondo l'egemonia culturale della governance globale è stata incrinata. Le politiche messe in campo per risolvere la crisi sono ritenute inadeguate in ambienti molto più ampi del perimetro sul quale siamo abituati a ragionare. Si è consumato il divorzio tra modello di sviluppo capitalista e democrazia liberale, rendendo ancor più evidente l'incapacità culturale del modello dominante di riassorbire la crisi come in passato. Per continuare a creare plus valore il sistema capitalista è costretto a liquidare quei diritti che sono parte anche del patrimonio di valori di una democrazia liberale.

13 FEBBRAIO. PRIMA E DOPO

da Il Manifesto

Donne e uomini, sultani e complici. Un dossier

Che non fosse un sexgate, ma la catastrofe di un sistema politico basato sullo scambio sistematico fra sesso, potere e denaro era chiaro dall’inizio. Quando lo smascherò Veronica Lario, anzi prima, quando Sofia Ventura denunciò i metodi della cooptazione femminile in parlamento del suo partito, anzi ancora prima, quando fu insabbiata la prima inchiesta sulle veline; e dopo, quando Patrizia D’Addario aprì il sipario sulla prostituzione di regime.
Un dossier di analisi e interventi per ripercorrere due anni vissuti pericolosamente, senza cadere nelle trappole di destra e di sinistra sulla separazione fra pubblico e privato, fra perbene e permale, fra politica e morale, fra reato e peccato, fra le notti di Arcore e i giorni di palazzo Chigi.
Voci di donne sui fili invisibili che legano sessualità e potere, voci di uomini sulle complicità indicibili fra il sultano e i suoi sudditi.
Vedi il dossier completo

facebook