Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, ma non utilizza alcun cookie di profilazione. Per prestare il consenso all’uso dei cookies (leggi l'informativa) cliccare su "Accetta".
Zeroviolenza su Facebook 
Zeroviolenza su Twitter  
Canale Youtube di Zeroviolenza  
Zeroviolenza su Google PLus
lunedì 24 aprile 2017

« Il dolore più grande è non essere desiderati, renderti conto che i tuoi genitori non hanno bisogno di te quando tu hai bisogno di loro. Questa mancanza di amore è entrata nei miei occhi e nella mia mente. L'unico motivo per cui sono diventato una star è la mia repressione. Nulla mi avrebbe portato a questo se fossi stato "normale" ». John Lennon

Il tuo 5x1000 a Zeroviolenza!

L'Editoriale (376)

Frida khalo, Sole e VitaAnna Pompili, Zeroviolenza
30 marzo 2017

La notizia del ginecologo di Spoleto che, dopo anni di obiezione di coscienza, ha deciso di "passare dall'altra parte della barricata, la parte delle donne", solleva una serie di questioni che impongono riflessioni serie non solo tra gli operatori, ma nella società civile, perché riguardano il diritto alla salute, il diritto di scegliere del proprio corpo, il rapporto medico-paziente e le implicazioni etiche di quest’ultimo.
Europa, dopo 60 anni cosa festeggiamo?Matteo Bortolon, Zeroviolenza
25 marzo 2017

Mentre i rappresentanti degli Stati membri si riuniscono a Roma in una cerimonia inevitabilmente celebrativa, in piazza avremo diversi cortei di differente colore politico ma tutti più o meno critici dell'assetto attuale. Sondaggi diffusi nel 2016 mostrano un euroscetticismo crescente, anche in paesi in passato sostanzialmente favorevoli all'UE.
Che è successo?
#8marzo Sciopero delle donneStefano Galieni, Zeroviolenza
7 marzo 2017

Il mio otto marzo è fitto di storie di donne che non si sono mai arrese.
E mi sento un privilegiato ad averle incontrate lungo questo tratto di vita, non hanno ancora cambiato il mondo ma più o meno consapevolmente hanno provato, spero riuscendoci, a fare di me una persona migliore.
Van Gogh, PratoLuca Cardin, Zeroviolenza
2 marzo 2017

Un ragazzo di 16 anni morto suicida per sfuggire ad una perquisizione. Un ragazzo di 22 anni morto suicida in carcere. Un ragazzo di 30 anni morto suicida perché non riusciva ad uscire dalla sua situazione di precario.
3 storie diverse, ognuna con la propria peculiarità che però hanno un tratto comune.
Diritti delle donne, legge 194 e abortoAnna Pompili, Zeroviolenza
24 febbraio 2017

Il Centro trapianti ha bisogno di due chirurghi esperti. Viene indetto un concorso, che ha una  limitazione all’origine: è indubbio, infatti, che i due chirurghi debbono avere esperienza nella chirurgia dei trapianti; è ovvio che la prima selezione debba essere fatta in funzione delle necessità del reparto nel quale lavorerà chi vincerà il concorso.
Sinistra Partito DemocraticoMonica Pepe, Zeroviolenza
21 febbraio 2017

Insieme ad alcuni interventi di sostanza, testimoni di una vera cultura politica, l'Assemblea del Pd di domenica scorsa si è rivelata più che per l'asprezza o la solennità dello scontro previsto per il silenzio dei suoi non detti.
Non ci si poteva aspettare d'altronde che la rappresentazione del problema si tramutasse nella formalizzazione del problema, figuriamoci nella sua soluzione.
Salvador Dalì, NarcisoMonica Pepe, Zeroviolenza
20 dicembre 2016

L'ambasciatore russo in Turchia viene ucciso da un attentatore turco, un camion si lancia sulla folla di un mercato di Natale a Berlino uccidendo e ferendo decine di persone. A Zurigo una sparatoria nei pressi di un centro islamico ferisce altre persone. Un video che chiama alla Jihad sottotitolato in perfetto italiano viene diffuso in rete.
Donne e abortoAnna Pompili
20 dicembre 2016

"La prevenzione dell'IVG è obiettivo primario di sanità pubblica; attualmente il tasso di abortività del nostro Paese è tra i più bassi tra quelli dei paesi occidentali"

E' questo l'incipit delle conclusioni tratte dalla Ministra della Salute nella sua relazione al Parlamento sullo stato di applicazione della legge 194.
Sicilia vota NOStefano Galieni, Zeroviolenza
16 dicembre 2016

Solo 10 giorni fa, in tante e tanti, ci recavamo al voto per il referendum su un tentativo di manomettere la Costituzione e di fatto porre le basi per modificare in senso molto più verticista le istituzioni.
Diritti donneAnna Pompili, Zeroviolenza
28 novembre 2016

Il 23 novembre, sulle pagine del Corriere della Sera, è stato pubblicato un articolo ("Confessioni di un medico abortista") che riporta la vicenda umana e professionale  del dott. Segato,”sessantaduenne vice-primario di ginecologia all’ospedale di Valdagno, medico non obiettore con  migliaia di gravidanze interrotte alle spalle”.
Pagina 1 di 38
Articoli correlati