Manifestazione contro la violenza sulle donne

  • Giovedì, 09 Novembre 2017 11:25 ,
  • Pubblicato in ZeroViolenza

25 novembre 2017Siamo la marea che ha attraversato le strade di Roma lo scorso 26 novembre. Siamo le stesse che l'8 marzo hanno costruito il primo sciopero globale insieme alle donne di tutto il mondo, dalla Polonia all'Argentina, dagli Stati Uniti alla Turchia, dalla Spagna al Brasile.

Vuoti a perdere

Migranti Campi LibiaMaria Matteo, A-Rivista Anarchica
24 ottobre 2017

Il confine tra sommersi e salvati si sposta oltre il deserto - in Ciad, in Niger e in Mali - dove sorgeranno i nuovi centri di detenzione per migranti. In Libia le milizie che controllano il traffico di esseri umani hanno stretto un lucroso accordo per bloccare le partenze. Nel Mediterraneo sono state cacciate le Ong, che hanno ripescato migliaia di uomini, donne e bambini. In fondo, i migranti sono solo vuoti a perdere. E non solo loro.

Il molestatore seriale e il coraggio delle prede

  • Venerdì, 13 Ottobre 2017 06:40 ,
  • Pubblicato in IL MANIFESTO
ViolenzadonneBia Sarasini, Il Manifesto
13 ottobre 2017

Era un luogo comune, il divano del produttore, il sottofondo di tante storie di cinema, il non detto di tanti scandali. A Hollywood Baylonia, il titolo ormai proverbiale dei due volumi di Kenneth Anger dedicati all’epoca d’oro delle Major, come nel resto del mondo, Cinecittà compresa.

Inferno-infanzia: 120 milioni di ragazze vittime di violenza

  • Mercoledì, 11 Ottobre 2017 07:32 ,
  • Pubblicato in IL MANIFESTO

Ragazze violenzaIl Manifesto
11 ottobre 2017

Picchiate, violentate, costrette a subire mutilazioni genitali. Ma anche vendute come schiave o trasformate in piccoli soldati per guerre che non gli appartengono. Oppure spose-bambine (ogni anno sono 15 milioni), obbligate a unirsi a uomini più vecchi di loro.

RazzismoIl Manifesto
6 ottobre 2017

Siamo un Paese sempre più intollerante e violento. Negli ultimi tre anni, dal 1 gennaio 2015 al 31 maggio 2017, sono stati ben 1.483 gli atti discriminatori compiuti ai danni di cittadini stranieri. Quando è andata bene si è trattato dell'insulto lanciato contro l'immigrato incrociato per la strada, o magari in un negozio. Quando è andata male si è arrivati all'aggressione fisica e all'omicidio.

facebook