domenica 13 luglio 2014




Governare una famiglia è poco meno difficile che governare un regno.

Montaigne (1533-1592)

jtemplate.ru - free extensions for joomla
Oggi sulla Stampa
  • Guerra e Morte nel vuoto della Pace (Zvi Schuldiner, Il Manifesto)
    L'incredibile can can organizzato intorno alla ricerca dei tre giovani rapiti ha anche dato la stura a tutto il veleno accumulato sottopelle nella società israeliana: razzismo, fondamentalismo religioso e nazionalismo integralista hanno alimentato forti ondate di fascismo, rasentando il neonazismo. Il culmine è stato raggiunto con il barbaro assassinio del giovane palestinese, picchiato, cosparso di benzina e bruciato! ...
    Commenta
  • Emergenza negli ospedali, manca anche il filo da sutura (Umberto De Giovannangeli, L'Unità)
    Secondo quanto denuncia Medici per i Diritti Umani Israele, l'Ospedale Shiefa, il più grande ospedale della Striscia di Gaza, che dall'inizio dell'offensiva ha curato oltre la metà dei feriti, si è trovato costretto a usare le forniture di emergenza che saranno però sufficienti solo per i prossimi due giorni. Lo staff medico dell'ospedale Alodda di Jabaliya è costretto a improvvisare e trovare alternative per i materiali di base. ...
    Commenta
  • "Adesso serve un reddito di garanzia" (Carlo Lania, Il Manifesto)
    "Dobbiamo introdurre un reddito minimo di garanzia per i poveri, come c'è in tutti i Paesi europei tranne Italia e Grecia.All'Unione europea dobbiamo dirgli che abbiamo introdotto il reddito minimo così come abbiamo sostenuto l'occupazione femminile e dei giovani". ...
    Commenta
  • Il ghetto sopra New York (Miranda Ahsley Karshan, Left)
    Quattro ore di treno la separano da New York. Ma Utica non è Stati Uniti. È un altro mondo. È l'Italia di un secolo fa, è l'Europa orientale all'indomani del comunismo, è il ghetto americano raccontato dalla musica rap. È la "città senza opportunità", come la definiscono i residenti. ...
    Commenta
  • Prove tecniche di democrazia algerina (Emanuela Zuccala, Pagina99)
    Ginecologa, 38 anni, madre di due bambini e figlia di un militare, Amira è cresciuta nel quartiere popolare di Bab EI Ouad tra i vicoli insanguinati dal terrorismo degli anni Novanta. Oggi è il volto più noto del gruppo dissidente che ha movimentato le elezioni presidenziali algerine dello scorso 17 aprile. ...
    Commenta
  • Carmen, Medea, Cassandra. Il teatro processa tre simboli (E.Cost., Corriere della Sera)
    Tre donne e i loro racconti di passioni violate, di amori impossibili, di sogni proibiti. Carmen, Medea e Cassandra: tre simboli di una femminilità declinata in tutte le sue inquietanti sfaccettature, icone indiscusse della letteratura teatrale di tutti i tempi....
    Commenta
Adolescenti
  • Allarme cutting, adolescenti a rischio
    Maria Novella De Luca, Repubblica.it
    4 luglio 2014

    Si tagliano gambe e braccia con vetri, coltellini e lamette per sfogare il disagio. "Quando esce il sangue la pelle brucia, ma dentro, nel cuore, arriva la tranquillità". E' la nuova frontiera dell'autolesionismo giovanile e gli psicologi che lavorano nelle scuole parlano già di un'epidemia. ...
    Commenta
Radio 3
The day after
  • Ecco le 70 bombe nucleari in Italia
    L'Espresso
    2 luglio 2014

    C'è un angolo della provincia di Brescia dove la Guerra Fredda non è mai finita. Negli hangar dell'aeroporto di Ghedi ci sono ancora oggi caccia italiani pronti al decollo per andare all'attacco con bombe nucleari sotto le ali. Incredibile? Non è la sola rivelazione sull'arsenale atomico attivo nel nostro Paese. ...
    Commenta
Zeroviolenza
  • Metamorfosi
    Loredana Lipperini
    2 luglio 2014

    Conosco Monica Pepe da sette anni, o quasi: perché era novembre 2007 quando la incontrai, sempre col casco del vespone sottobraccio, ed erano i giorni della manifestazione contro la violenza sulle donne, e dell’uscita di Ancora dalla parte delle bambine. ...
    Commenta
La denuncia
  • Perù, la polizia ha la licenza di uccidere gli ambientalisti
    Luca Manes, Re:Common
    4 luglio 2014

    Sono passati cinque anni da quando nel nord del Perù è stata repressa in maniera violenta una protesta pacifica degli indigeni Awajùn e Wampis contro alcune leggi che avrebbero facilitato lo sfruttamento delle risorse naturali nei loro territori da parte delle compagnie estrattive. ...
    Commenta
Zeroviolenza
  • Uomini, donne, identità, differenze. Come resistere e perchè cambiare?
    Monica Pepe, Zeroviolenza.it
    1 luglio 2014

    La violenza è un filo rosso che attraversa la storia dell'umanità e delle relazioni. La maggior parte degli esseri umani la contrasta da sempre con determinazione agendo positivamente il conflitto all'interno della vita intima e delle relazioni sociali, trasformando l'aggressività in processi di emancipazione economica e autonomia culturale. ...
    Commenta
Palestina
  • Il paradigma di Gaza
    Anshel Pfeffer, Internazionale
    10 luglio 2014

    Gli ultimi eventi in Israele erano  tristemente prevedibili. Il lento stillicidio di qualche lancio di razzi e di un paio di raid aerei al giorno ha subìto il 7 luglio un'improvvisa accelerazione. Cercando di salvare la faccia dopo aver perso sette uomini nel crollo di un tunnel nel sud della Striscia di Gaza, l'organizzazione palestinese Hamas ha lanciato decine di razzi contro Israele in un solo giorno. ...
    Commenta
Migranti
Linguaggio
  • Nuove parole per le donne
    Rebecca Solnit, Internazionale
    6 luglio 2014

    Nel campionato delle idee è stata una partita chiave. I giocatori delle due squadre si sono contesi furiosamente la palla. La all star delle femministe ha cercato a più riprese di buttarla nella rete del "problema sociale diffuso", mentre la squadra avversaria, composta dai grandi mezzi di comunicazione e dall'uomo della strada, si dava da fare per insaccarla nel "caso isolato", e il loro portiere continuava a urlare: "Malattia mentale!". ...
    Commenta
Violenza
  • L'impero delle lolite
    Minori Kitahara, Internazionale
    6 luglio 2014

    All'inizio di giugno un uomo di 32 anni è stato arrestato con l'accusa di aver ucciso brutalmente una bambina nel 2006. Secondo quanto riportato dai mezzi d'informazione, nella sua casa è stata sequestrata una grande quantità di video pornografici con protagonisti minorenni.
    Commenta
Seguici
  •    
L'appello
Scuole
Flash News
Tweets @ZeroViolenza


Appuntamenti
appuntamenti@ zeroviolenza.it