Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, ma non utilizza alcun cookie di profilazione. Per prestare il consenso all’uso dei cookies (leggi l'informativa) cliccare su "Accetta".
Zeroviolenza su Facebook 
Zeroviolenza su Twitter  
Canale Youtube di Zeroviolenza  
Zeroviolenza su Google PLus
sabato 23 giugno 2018



"Sono un cittadino, non di Atene o della Grecia, ma del mondo".
Socrate




Il tuo 5x1000 a Zeroviolenza! CF 97524750581
Migranti
  • Gente di Dublino

    Surrealismo migrantiChecchino Antonini, Left
    21 giugno 2018

    The Dubliners, in Europa li chiamano così. "Moriva dal desiderio di salire in cielo attraverso il tetto e di volare verso un altro Paese dove non avrebbe più sentito parlare dei suoi guai, eppure una forza lo spingeva dabbasso scalino per scalino". Forse solo questa frase, rubata a uno dei racconti di Joyce, è il punto di contatto tra i suoi Dubliners del 1914 e i “dublinati” di cento anni dopo. ...
    Commenta
Poesia
  • Nasce "Bocca di Rosa", la poesia di chi conosce l'amore

    Concorso di poesia "Bocca di Rosa"

    L'idea di un concorso di poesia dedicato a tutte le persone che lavorano come prostitute/prostituti nasce dalla volontà di dare voce, poetica e artistica, a quelle persone che la società considera perdute, prive di interiorità e di dinamiche affettive, come se non avessero diritto ad avere una storia personale, fatta anche di sogni, speranze, intermittenze del cuore. ...
    Commenta
Social
  • L'Italia è un Paese fondato sull'insulto: da noi il dibattito online più violento d'Europa

    Uomo puzzle insultoMauro Munafò e Francesca Sironi, L'Espresso
    29 maggio 2018

    La nuova democrazia degli sciami ha preso casa. Le due forze politiche che hanno provato a formare in questi giorni un governo comune hanno già molto in comune, e da tempo, sul web. Nella realtà ormai concreta della Polis digitale e dei suoi sciami d'opinione, d'odio e d'amore via internet, Lega e 5 Stelle non rappresentano un'avanguardia solo per l'Italia, ma per tutta l'Europa. ...
    Commenta
Salute
Violenza
  • I sogni stesi lungo il selciato (Come potevamo cambiare il mondo)

    Van Gogh, VentoMonica Pepe
    16 novembre 2017

    Ascolta la recensione di Pagina 3

    Come un fiume in piena che nessuno sembra più poter fermare, le campagne di denuncia delle violenze sessuali sembrano travolgere tutto, e nessun ambito della vita pubblica, culturale e politica viene risparmiato. Lo spettacolo del “personale globale” è appena cominciato, è la nuova frontiera dell’esproprio dell’umano, una nuova e più avanzata forma di capitalismo emotivo. ...
    Commenta
L'Editoriale di Zeroviolenza
  • La variabile economica del fascismo

    Trionfo della morte e danza macabra a ClusoneMonica Pepe
    26 febbraio 2018

    Mentre infuria la campagna elettorale risale come un’onda che rifrange dal passato la questione della violenza politica. Singolare apparizione in un contesto come quello attuale in cui la pratica della politica come arte della discussione tra le persone e la restituzione di senso della propria esperienza come essere umano nei rapporti sociali su larga scala, non è praticata da lungo tempo per una serie di fattori, economici in particolare. ...
    Commenta
No Future
Migranti
  • Viaggio in Tunisia tra i migranti morti senza nome

    Migranti mareAlessandro Turci, Panorama
    11 giugno 2018

    I cadaveri portati dal mare e dal vento qui a Zarzis, confine libico della Tunisia, non sono davvero tali. Nel Mediterraneo vagano spesso mutilati: di loro galleggiano le teste o gli arti; a volte è il tronco ad essere spiaggiato. Ma se anche fossero tutt'interi, riconoscibili non lo sono mai, perché privati di un diritto gemello a quello della vita, e cioè quello dell'identità. ...
    Commenta
Tortura
  • Elettrochoc da strada

    Piero Cipriano*, Il Manifesto
    16 giugno 2018

    Jefferson Garcia, ventunenne ecuadoriano, non era, come scrive Il Fatto Quotidiano, «in cura per problemi psichici». Lo confermano gli psichiatri del territorio genovese. Non era conosciuto ai servizi di salute mentale. La madre chiama il 112 per una lite domestica. ...
    Commenta
Rete
  • Come rivoluzionare la rivoluzione digitale? Intervista a Evgenij Morozov

    Rete facebook rivoluzione digitaleDamiano Razzoli, DoppioZero
    27 maggio 2018
     
    Cosa significa essere rivoluzionari dopo la rivoluzione digitale? Per Evgenij Morozov non si tratta di sicuro di riaffermare un pensiero luddista, né di provare un disgusto morale nei confronti della tecnologia. "Posso pensare a modalità veramente differenti per mettere l'intelligenza artificiale al servizio delle persone? Certo. Mi piacerebbe non farlo? No". ...
    Commenta
Animali
  • "Gli allevamenti intensivi? Un inferno. Attenti pure al biologico industriale"

    Allevamenti intensiviSerena Tarabini, Il Manifesto
    7 giugno 2018

    Vite maltrattate, richiuse, snaturate e (fortunatamente) brevissime. La triste, spesso atroce, realtà dell'allevamento cosiddetto intensivo è ormai nota ma i più preferiscono fare finta di non vedere un sistema che non risponde a nessuna logica se non quella della massima produttività al minimo prezzo. ...
    Commenta
Salute Mentale
  • 40 anni di Legge Basaglia, 20 milioni di italiani curati fuori dai manicomi

    ManicomiMaria Giovanna Faiella, Corriere della Sera
    10 maggio 2018

    Ogni anno circa 800mila italiani sono assistiti nei Dipartimenti di salute mentale, significa che circa venti milioni di persone, in quarant’anni, sono state curate e seguite senza essere rinchiuse nei manicomi.
    È la stima degli esperti della Società italiana di psichiatria (Sip), in occasione dei quarant’anni di vita della legge 180. ...
    Commenta
Legge 194
  • Quaranta candeline per la 194. Cosa resta di una legge

    Donne Aborto 194Eleonora Martini, Il Manifesto
    18 maggio 2018

    Limiti di età per l’accesso alla contraccezione di emergenza, ricovero obbligatorio per l’aborto farmacologico, smantellamento dei consultori familiari laici, eccesso di ricorso all’obiezione di coscienza. E burocrazia, ostacoli, trafile estenuanti. Solitudine. ...
    Commenta
Formazione Giornalisti
  • Media e identità di genere: l'informazione che non discrimina

    L'informazione che non discriminaCome si forma il pregiudizio? Il politicamente corretto ci mette al riparo dai nostri pregiudizi? Che ruolo gioca il linguaggio all'interno della professione del giornalista? Come conquistare una posizione di neutralità rispetto ai fatti di cui dobbiamo parlare? Come funziona il processo di crescita di un individuo e come si costruisce l'identità di genere?

    Questi e altri i temi che saranno discussi all’interno di un ampio programma di incontri realizzati dal Corso “MEDIA E IDENTITA’ DI GENERE: L’INFORMAZIONE CHE NON DISCRIMINA”. L’iniziativa è a cura di  Zeroviolenza Onlus e di Associazione Stampa Romana, con la partecipazione di professionsite dell'Associazione Italiana di Psicoanalisi (AIPsi) ed è realizzata grazie a un Bando Unar - Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali.

    Prossimo incontro

    * Lunedì 9 luglio, ore 9.00-14.00Cagliari
    Sala Giorgio Pisano (Unione Sarda)
    Piazza Unione Sarda, Cagliari

    ...
    Commenta
Tweets @ZeroViolenza


Sostieni
Appuntamenti
eventi@zeroviolenza.it


Ultimi articoli
Articoli più letti
  • 8x1000 Tavola Valdese
  • Pagina 3 Radio Tre
  • Associazione Italiana di Psicoanalisi
  • Unar

  • EIGE