Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, ma non utilizza alcun cookie di profilazione. Per prestare il consenso all’uso dei cookies (leggi l'informativa) cliccare su "Accetta".
Zeroviolenza su Facebook 
Zeroviolenza su Twitter  
Canale Youtube di Zeroviolenza  
Zeroviolenza su Google PLus
sabato 15 dicembre 2018



"L'altrove è uno specchio in negativo. Il viaggiatore riconosce il poco che è suo, scoprendo il molto che non ha avuto e che non avrà".
Marco Polo



Il tuo 5x1000 a Zeroviolenza! CF 97524750581

L'Opinione (80)

Domenica, 15 Novembre 2015 08:51

Se gli alleati dell'Isis siamo noi

Ombre di guerraGiuliana Sgrena, Il Manifesto
15 novembre 2015

L'occidente è attonito di fronte agli atroci attentati di Parigi. Angoscia, paura, impotenza sono i sentimenti di chi non riesce a decifrare il linguaggio del terrorismo globalizzato. Siamo abituati a rispondere al terrorismo con le bombe e i droni che possono uccidere ...
Lunedì, 05 Ottobre 2015 09:51

Difetto collaterale

Tommaso Di Francesco, Il Manifesto
4 ottobre 2015

"Scu­sate tanto, è stato un errore", così i comandi dell’aviazione Usa e Nato si sono rivolti all’opinione pub­blica afghana e inter­na­zio­nale e all’organizzazione Medici Senza Fron­tiere, dopo che i "nostri" cac­cia­bom­bar­dieri, della nostra coa­li­zione dei buoni, ha col­pito una, due tre volte

articolo

Lunedì, 21 Settembre 2015 15:11

La terza guerra mondiale ai profughi

Quarto Stato migrantiFurio Colombo, Il Fatto Quotidiano
20 settembre 2015

Ecco, dopo molti summit e molte discussioni, è stato deciso che il nemico sono coloro che fuggono in cerca di salvezza, commettendo l'errore di portare in salvo anche donne e bambini. ...

articolo

Domenica, 20 Settembre 2015 09:29

Dalla Grecia all'Europa

Tsipras e GreciaNorma Rangeri, Il Manifesto
20 settembre 2015

A fronte dei muri e degli eserciti che l'Europa costruisce e schiera per respingere i migranti in fuga da guerre, violenze, fame e povertà, l'altra guerra, quella economica, che l'ha attraversata e deformata, sembra quasi eclissata. ...

articolo

Caporalato e agricolturaMarco Omizzolo, Left
5 settembre 2015

Ci sono volute le morti di dodici braccianti per svegliare il governo. Lavoratrici e lavoratori sfruttati sino alla morte da un sistema fondato sulla tratta internazionale e governato dalla Grande Distribuzione Organizzata e dalle mafie. ...

articolo

Lunedì, 17 Agosto 2015 10:50

Il coraggio della disperazione

DalìSlavoj Žižek, Effimera.org
28 luglio 2015

Alla Grecia non viene chiesto di ingoiare molte pillole amare in cambio di un piano realistico di ripresa economica, ai greci viene chiesto di soffrire affinché altri, nell'Unione Europea, possano continuare indisturbati a sognare i propri sogni.
Relazioni-PrecarieAlessandra Graziottin, Il Gazzettino
3 agosto 2015

Anche se l'unione formalmente continua, mentre l'affetto si intiepidisce, fino a vivere da separati in casa. A volte solo perché lasciarsi costa economicamente troppo. Perché l'amore è sempre più fragile ed effimero? Innanzitutto perché sono cambiate le priorità: l'"io" è più importante del "noi"....
Lunedì, 13 Luglio 2015 09:33

Un'altra Ventotene per l'Europa

Cittadini e EuropaGuido Viale, Il Manifesto
12 luglio 2015

Se vogliamo un'altra Europa, costruita su pace e dignità delle persone, prendiamo atto che i suoi confini non sono quelli dell'eurozona né, per quanto allargati, dell'Unione. Sono quelli tracciati da coloro che vedono nell'Europa non un "faro di civiltà", ma l'opportunità di una vita più ricca, pacifica e diversa.  ...
Mercoledì, 01 Luglio 2015 11:32

"E' un golpe in doppiopetto"

Roberto Ciccarelli, Il Manifesto
1 luglio 2015

Per Christian Marazzi, economista e autore de Il diario di una crisi infinita (Ombre Corte), "il referendum indetto da Tsipras domenica in Grecia è una mossa eroica. Non vedo un tentativo di addossare la responsabilità di una scelta sulle spalle del popolo greco di fronte ad una impasse evidente della trattativa. Ci vedo invece un atto di grande onestà e verità". ...
Crisi-RegioniSergio Rizzo, Il Corriere Della Sera
8 giugno 2015

La crisi delle Regioni è profonda, e per certi versi irreversibile. A certificarlo è il verdetto consegnatoci dalle ultime elezioni: il vuoto assoluto di programmi, il degrado della classe politica, la percezione degli Enti regionali come di istituzioni ipertrofiche, fonti di sprechi e inefficienze, hanno spinto molti elettori a disertare l'appuntamento con le urne. Di fronte a questa situazione, il silenzio dei partiti è assordante....
Pagina 1 di 6