Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, ma non utilizza alcun cookie di profilazione. Per prestare il consenso all’uso dei cookies (leggi l'informativa) cliccare su "Accetta".
Zeroviolenza su Facebook 
Zeroviolenza su Twitter  
Canale Youtube di Zeroviolenza  
Zeroviolenza su Google PLus
sabato 15 dicembre 2018



"L'altrove è uno specchio in negativo. Il viaggiatore riconosce il poco che è suo, scoprendo il molto che non ha avuto e che non avrà".
Marco Polo



Il tuo 5x1000 a Zeroviolenza! CF 97524750581

Shakespeare 400 (13)

Klimt, Il BacioI 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

Quante volte mentre tu, mia musica, suoni
quel fortunato legno il cui vibrar risponde

sotto le tue dolci dita, e moduli con grazia
armoniosi accordi che turbano il mio ascolto,
Frida KhaloI 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

Viso di donna che Natura di sua man dipinse
hai tu, sire-signora della mia passione;

cuore gentil di donna, che però non conosce
la scaltra volubilità consona alle donne false;
Amore e lussuriaI 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

Sperpero di spirito in vergognoso scempio
è la lussuria in atto; e finché esso dura, lussuria

è spergiura, assassina, violenta, carica d'infamia,
selvaggia, estrema, brutale, crudele, sleale;
I 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

Ascolta: qual attenta massaia per acchiappar
una delle pennute bestiole che le sfugge,

posa il suo piccolo e rapida si getta
all'inseguimento di cosa che fermar vorrebbe;
Maya DesnudaI 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

Se la tua anima ti frena perché io così ti incalzo
giura alla tua anima cieca che ero io il tuo Will,

e la tua anima sa che la voglia è lì dentro ammessa;
fin in fondo, per amore mio, dolcemente soddisfa l'amorosa mia richiesta.
Edward Munch, ClockI 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

No Tempo, mai ti vanterai ch'io cambi;
le piramidi che innalzi con sempre nuova possa

non mi dicon niente, non han niente di nuovo:
non son che nuove vesti di cose già vedute.
I 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

Ahimè, è vero, ho errato qua e là
e fatto di me stesso un buffone da teatro,

ho trafitto i miei pensieri, deprezzato sentimenti,
e per nuove sensazioni offeso vecchi affetti.
LibroI 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

Il diario, tuo regalo, è qui nella mia mente,
interamente impresso in memoria imperitura

e durerà più a lungo di quei bianchi fogli
al di là di ogni tempo sino all'eternità
Henri de Toulouse Lautrec, In Bed The KissI 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

Gli occhi della mia donna non sono come il sole;
il corallo è assai più rosso del rosso delle sue labbra;

se la neve è bianca, allora i suoi seni sono grigi;
se i capelli sono crini, neri crini crescono sul suo capo.
Canova, Amore e PsicheI 400 colpi. William Shakespeare, l'eternità della parola

Non sia mai ch'io ponga impedimenti
all'unione di anime fedeli; Amore non è Amore

se muta quando scopre un mutamento
o tende a svanire quando l'altro s'allontana.
Pagina 1 di 2