Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, ma non utilizza alcun cookie di profilazione. Per prestare il consenso all’uso dei cookies (leggi l'informativa) cliccare su "Accetta".
Zeroviolenza su Facebook 
Zeroviolenza su Twitter  
Canale Youtube di Zeroviolenza  
Zeroviolenza su Google PLus
sabato 15 dicembre 2018



"L'altrove è uno specchio in negativo. Il viaggiatore riconosce il poco che è suo, scoprendo il molto che non ha avuto e che non avrà".
Marco Polo



Il tuo 5x1000 a Zeroviolenza! CF 97524750581

Dossier (95)

Migranti Rifugiati EuropaMelting Pot Europa
3 gennaio 2018

Dai dati rilevati dal Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, fino al 29 dicembre 2017 sono sbarcati sulle coste italiane 119.310 migranti nel tentativo e nella speranza di vivere una vita migliore. Il 33,86% in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Circa 60.000 persone in meno i cui destini vengono costantemente e coscientemente ignorati dal nostro governo e dal Ministro dell'Interno, il quale si limita a commentare la situazione con un inverosimile "La luce in fondo al tunnel".
Salvador Dalì, TempoStefano Anastasia e Franco Corleone, Fuoriluogo
27 giugno 2017

Presentato l'ottavo Libro Bianco sulle droghe. Dati, commenti e analisi sui danni collaterali del Testo Unico. Il 43% dei detenuti è dentro per le norme sulle droghe della Fini-Giovanardi, malgrado le modifiche chieste dalla Consulta.
Il Libro bianco sulle droghe 2017
Le pillole dal libro bianco 2017
Migranti inclusione genereGinevra Demaio, Ingenere
28 ottobre 2016

Se la voce corrente racconta di una "invasione" quotidiana di richiedenti asilo e poveri di cui l'Italia e l'Europa sono costrette a farsi carico, i dati mostrano una realtà differente, in cui restano molto sostenuti i flussi di persone che arrivano in Italia in fuga da situazioni di crisi e pericolo
CaporalatoMarco Omizzolo, Left
13 settembre 2016

Sconfiggere il caporalato (firma la petizione di Change)non basta per migliorare le condizioni di vita e di lavoro di migliaia di donne e uomini, migranti e italiani, impiegati come braccianti nei campi agricoli italiani, abbattere lo sfruttamento lavorativo e la schiavitù.
Sovraffollamento CarceriIrene Maria Scalise, Repubblica.it
28 luglio 2016

Sono 54.070 detenuti e 18.900 i "presunti innocenti". Il 33,3% sono stranieri. Il 56,2% dei detenuti condannati deve scontare una pena breve facilmente sostituibile con una misura diversa dal carcere.
La popolazione carceraria torna a crescere. Lo dice l'associazione Antigone, che da sempre si batte per i diritti nelle carceri.
Donne Migranti AsiloBarbara Pinelli, InGenere
5 luglio 2016

È dato reale che il numero di donne e uomini in arrivo verso l'Europa, prevalentemente via mare sulle coste italiane e greche, segni un tempo storico inedito e rilevante. Tuttavia, esso ci informa su gravità e violenze dello scenario geopolitico che circonda lo spazio europeo, e sulla mobilità forzata che costringe le persone a cercar terra di protezione e sicurezza.
Salviamo la Costituzione!Alessandro Pace e Andrea Aurelio Di Todaro
6 luglio 2016

1. Il contenuto della riforma costituzionale Boschi è coerente ed omogeneo?
No. La riforma Boschi ha un contenuto disomogeneo, in quanto modifica in più parti, diverse tra loro, la Costituzione vigente.
Filiera Sporca Caporalato aranceSilvio Messinetti, Il Manifesto
24 giugno 2016

È un rapporto shock. Un quadro a tinte forti, dove è disegnata un'Italia schiavista, in cui le forme di sfruttamento raggiungono picchi da terzomondo. "Filiera sporca 2016", dossier a cura dell'associazione Da Sud, di Terra! onlus e della testata Terrelibere.org, è stato presentato ieri alla Camera dei deputati.
Tagli sanitàQuotidiano Sanità
9 giugno 2016

In Italia cresce la spesa sanitaria privata che è arrivata a 34,5 miliardi di euro, con un incremento in termini reali del 3,2% negli ultimi due anni (2013-2015): il doppio dell'aumento della spesa complessiva per i consumi delle famiglie nello stesso periodo, pari a +1,7%.
Donne maternità e lavoroAntonella De Gregorio, Corriere della Sera
10 maggio 2016

Disparità di genere, molti carichi familiari e poco lavoro tra le principali sfide per le "mamme equilibriste" italiane. Da Save the Children una mappa regionale (Rapporto "Le equilibriste") della maternità.
Pagina 1 di 10