Più donne nel prossimo parlamento. Soprattutto a sinistra

Etichettato sotto

Ingenere
19 02 2013

Uno scatto in avanti è molto probabile: nel prossimo parlamento le donne potrebbero arrivare al 30% del totale (attualmente la componente femminile sta al 20%), ma potrebbero essere anche molte di più, ma questo dipende dai partiti che avranno più voti. A fare il conto delle donne candidate in posizioni elegibili per ogni forza politica in campo è l'associazione Arcidonna.
"I partiti di sinistra Pd e Sel saranno quelli che eleggeranno più donne, insieme al movimento Cinque stelle, mentre il nuovo movimento Rivoluzione civile di Ingroia ne eleggerà pochissime", si legge nella home page del sito www.arcidonna.org, con due grafici che riassumo a colpo d'occhio lo spazio fatti da ciascun partito alle candidate. "Complessivamente - si legge ancora nella nota a firma di Valeria Ajovalasit - il Parlamento passerà da un ridicolo 20% ad una forbice che oscillerà tra il 30%-38%. Determinante ovviamente sarà il risultato delle coalizioni, se vinceranno i partiti di centro sinistra avremo più donne elette tra il 38%- 40% , se vinceranno i partiti di destra la percentuale diminuirà sensibilmente".

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook