L'adesca sulla chat e stupra undicenne. Nove anni di carcere (Giulio De Santis, Corriere della Sera)

Le violenze toccano l'apice quando lei, all'età di dodici anni, resta incinta: rivela ai genitori la sua situazione ma omette di dire chi è il responsabile delle terribile e precoce maternità. Inizialmente sostiene che è stato un coetaneo. I genitori le credono e viene fatta abortire. L'orco pare si fosse convinto di averla fatta franca. Mededovic insiste, come se niente fosse. E riprende a frequentare la bambina, finché la vicenda non viene smascherata da un testimone, rimasto anonimo.
Leggi
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook