Strasburgo obietta l'Italia (Eleonora Martini, Il Manifesto)


Violazione di diritto alla salute delle donne e del principio di non discriminazione. La condanna dell'Italia da parte del Consiglio d'Europa, che questa volta arriva per la mancata applicazione dell'articolo 9 della legge 194 sull'aborto "a causa dell'elevato e crescente numero di medici obiettori di coscienza", è chiara. ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook