×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Meriam, la libertà dura solo poche ore. La donna di nuovo arrestata in Sudan

Letto 1568 volte
Etichettato sotto

La Stampa
24 06 2014

Stava cercando di lasciare il Paese; fermato anche il marito. Lo riferiscono dalla famiglia della ragazza e il suo legale.

Meriam Yahia Ibrahim Ishag, la giovane cristiana condannata a morte per apostasia e rilasciata ieri in Sudan, è stata nuovamente arrestata mentre cercava di lasciare il Paese. Lo ha riferito una fonte della famiglia della donna, specificando che Meriam è stata arrestata insieme al marito americano, Daniel Wami, all'aeroporto di Khartoum. Al momento non si conosce la sorte dei due figli della coppia, uno dei quali nato mentre la donna era in prigione.

Lo rende noto anche il legale, Mohammed al-Nour, in un tweet rilanciato dall'account di Antonella Napoli di Italians for Darfur. «Meriam e Daniel sono stati arrestati. Siamo negli uffici della sicurezza nei pressi dell'aeroporto di Khartoum», si legge sul tweet. Il marito della donna, originario del Sud Sudan, ha anche cittadinanza americana.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook