Tifosi di calcio: 13 esecuzioni nel Califfato

La sofferenza delle popolazioni locali sotto lo stivale brutale dell'Isis non cessa mai. [...] Nell'ultimo periodo, a seguito dell'uccisione di una serie di leader dello Stato Islamico, pare che il califfo voglia dimostrare la forza immutata delle sue milizie. A governare è la paura, vecchio strumento di potere da sempre in voga per tenere soggiogata una popolazione. Lo sappiamo in Occidente, dove la paura e lo spettro della sicurezza vengono agitati da secoli, lo sanno gli iracheni che subiscono le violenze jihadiste.
Chiara Cruciati, Il Manifesto ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook