Il pane e la pasta li aveva messi nel carrello e pagati alla cassa della Coop di Piccapietra. Ma le cose più costose, come la carne, il liquore e i biscotti da offrire ai nipoti in visita, quelli nelle scatole di latta che finiranno per conservare rocchetti di filo o bottoni visto che le lettere scritte a mano non si usano più, quelli li aveva nascosti nella borsa perché non rientravano nel suo risicatissimo budget di pensionata. ...
Le politiche sociali del nostro Paese scriteriatamente deprimono una risorsa su cui, al contrario, sarebbe saggio puntare: i bambini, i ragazzi, i giovani. Gli adulti di domani. I dati Istat citati dal Garante nel suo rapporto non sono nuovi ma fanno ancora arrossire: in Italia vivono in situazione di povertà relativa 1.822.000 minorenni, i117,6% dei bambini e degli adolescenti. Il 7% dei minorenni (723.000) vive in condizioni di povertà assoluta. ...
Ciminiere spente, capannoni col cartello "affittasi" e pochi camion su via Fratelli Bandiera, oggi deserta ma un tempo strada maestra della grande chimica nazionale. Sono scomparse quelle figurine di donne e uomini che uscivano a gruppi dai cancelli della zona industriale e dalle fabbrichette del Nord-Est ...
Case fatiscenti, taxi scassati, bambini giocolieri ai semafori, venditrici ambulanti di chicha o empanadas si alternano a centri commerciali, signore ben truccate e suv rilucenti. ...

Rosario è un operaio della Gesip che chiede una visita oculistica: formalmente ha un contratto di lavoro, ma non prende lo stipendio da cinque mesi e non può pagare il ticket: solo 40 euro, che incidono però pesantemente sul bilancio familiare monoreddito, senza alcuna entrata certa. Dietro di lui c'è Benedetto. Ha perso da poco il lavoro e la moglie ha bisogno di una terapia che costa 90 euro per un farmaco non prescrivibile, da prendere ogni settimana: 360, 400 euro impossibili da spendere. ...

facebook