Leggere senza stereotipi, sin da piccoli

Ingenere.it
03 09 2013

Due iniziative editoriali, una neonata casa editrice e una rassegna di libri per i più piccoli, propongono letture impegnate contro le discriminazioni, la violenza e gli stereotipi di genere. La nuova casa editrice si chiama "Settenove edizioni", un nome che fa riferimento all'anno 1979, si legge sul suo sito internet, anno dell'adozione della convenzione Onu sull'eliminazione delle discriminazioni contro le donne, ma anche della messa in onda, in Italia, della trasmissione Processo per stupro.

I primi libri targati Settenove edizioni arrivano in libreria tra pochi giorni, due titoli per bambini - Cosa c’è di più noioso che essere una principessa rosa? e Papà attende un bimbo! - e il saggio Meat Market, della giornalista dell'Independent Laurie Penny, un'analisi del consumo sfrenato di corpi femminili nella società odierna, di cui le donne stesse sono consumatrici e consumate.

Invece l'associazione di promozione sociale Scosse propone una selezione di letture per la prima infanzia senza stereotipi, un archivio bibliografico selezionato per la fascia di età da zero a sei anni, e che si può consultare a questo link.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook