"Basta umiliazioni siamo tutti migranti"

Siamo tutti migranti!E' semplice capire: dovremmo provare a metterci dall'altra parte - dice lo scrittore spagnolo Javier Cercas, immaginare di essere noi quei ragazzi, quei padri, quelle donne incinte che attraversano il mare. Perché tutti siamo emigranti. Siamo stati migranti o lo sono stati i nostri avi, i nostri genitori, i nostri nonni. Migranti dalla povertà, dalle guerre, alla ricerca di una esistenza migliore
Omero Ciai, la Repubblica ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook