Stampa questa pagina

Disturbi alimentari, curarsi è un'odissea

Anoressia e bulimiaValentina Ruggiu, Repubblica.it
12 agosto 2016

I medici di base spesso non sono in grado di fornire un aiuto mirato e le strutture adeguate sono pochissime: il risultato è che dopo esperienze drammatiche in "normali" reparti psichiatrici, le giovani pazienti di anoressia sono costrette a fare anche mille chilometri per ottenere le cure giuste.

Un viaggio lungo e costoso che solo le famiglie più fortunate possono permettersi. Anche perché molte Asl fanno di tutto per non concedere le autorizzazioni necessarie alla trasferta

* Eccellenze rare, altrove si finisce in psichiatria
* "Costretti a fare 1000 km e siamo fortunati"
* Milioni di malati, ma i medici sono impreparati
Devi effettuare il login per inviare commenti