Newsletter

 
  Dammi il cinque! Il tuo 5x1000 a Zeroviolenza
  {tag:date format=3}  
 
 
  Newsletter di Zeroviolenza.it n. 14/2015
 
Con l'occasione ti facciamo i nostri auguri di una Buona Pasqua!

____________________________________________________________

Tunisia: gli scontri per il potere non vinceranno sul popolo e la cultura. Intervista a Chiara Sebastiani

Leggi la I parte
Leggi la II parte

___________________________________________________________

LuxleakUn'inchiesta sull'aborto

Eleonora Cirant ha creato il blog "Un'inchiesta sull'aborto" che pubblica un'inchiesta indipendente a puntate sull'aborto e sull'applicazione della legge 194 a Milano, in Lombardia e in Italia e si svolgerà svolge tra gennaio e dicembre 2015
Leggi l'articolo
di Eleonora Cirant (Zeroviolenza)
____________________________________________________________

A scuola di economia sociale

Le imprese recuperate in Argentina continuano a crescere. I dati dell'ultimo censimento del Centro di documentazione dell`Università di Buenos Aires confermano che il fenomeno, nato come risposta alla crisi che nel 2001 ha causato la chiusura di migliaia di fabbriche
Leggi l'articolo di Claudio Tognonato (Il Manifesto)
____________________________________________________________

Tutti pazzi per il gender

Chi è che vuole negare l’esistenza e la differenza tra maschi e femmine? E quando sarebbe successo? Rispondere è facile: nessuno e mai. Tuttavia da qualche tempo è emersa questa strana e inesistente creatura, metà fantasia, metà film dell’orrore: è l’ "ideologia del gender”.
Leggi l'articolo di Chiara Lalli (Internazionale)
_____________________________________________________________________________

Alzare la testa, battere la solitudine: la sfida delle Camere del Lavoro Autonomo e Precario

CLAP è un acronimo, sta per Camere del Lavoro Autonomo e Precario. Le Camere nascono nell'autunno del 2013, in tre spazi autogestiti della città di Roma, e si connettono in una comune associazione sindacale.
Leggi l'articolo
di Francesco Raparelli
(DinamoPress)
____________________________________________________________

La denuncia paga: presi i caporali

Un esposto molto dettagliato, presentato in procura un anno fa. Poi, a inizio del mese scorso, un documentario che ha avuto risonanza nazionale, lanciato proprio dalle pagine del manifesto. Quando il sindacato si muove bene e denuncia, i risultati arrivano: i carabinieri di catania ieri hanno sgominato una banda di nove caporali che aveva ridotto in stato di semi schiavitù decine di immigrati, anche donne e minori
Leggi l'articolo
di Antonio Sciotto (Il Manifesto)
Leggi l'articolo di Tiziana Barillà e
_______________________________________________

8x1000 alla Chiesa Valdese
Bisogni, aspirazioni, desideri. Nuova campagna per l’Otto per mille alla Chiesa valdese




____________________________________________________________



Zeroviolenza.it è un progetto di
informazione indipendente.

Leggi Chi Siamo

Dammi il cinque! Il tuo 5 x 1000 a Zeroviolenza Onlus!
Codice fiscale: 97524750581

Zeroviolenza è di chi lo legge! Sostienici!
Grazie per il tuo contributo!

Per maggiori informazioni contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Continua a seguire Zeroviolenza.it e invia il link ai tuoi amici.

Seguici anche su facebook e twitter!
____________________________________________________________
Il 24% della somma versata può essere detratta dalla dichiarazione dei redditi. Ricorda di comunicare il tuo indirizzo email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per ricevere la certificazione.

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 sul trattamento dei dati personali
I tuoi dati sono raccolti solo per informarti sulle iniziative e sulle attività di raccolta fondi a favore dell’Associazione Zeroviolenza Onlus. In ogni momento puoi chiedere la verifica, la variazione o la cancellazione di tali dati, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vuoi cancellarti da questa newsletter? {tag:unsubscribe}
{tag:subscriptions}


   
 
  Dammi il cinque! Il tuo 5x1000 a Zeroviolenza
  {tag:date format=3}  
 
 
  Newsletter di Zeroviolenza.it n. 13/2015
____________________________________________________________________


Mani rifugiatiCome funziona la macchina dell'accoglienza dei migranti

La notizia per cui tra i migranti in arrivo via mare in Italia ci sarebbero anche terroristi pronti a colpire è l'ennesimo "al lupo al lupo", che aumenta immotivatamente lo stato di allarme e tensione verso le persone straniere. Si tratta, infatti, di un fenomeno che non è stato confermato e di cui non si è avuto ancora un solo caso. La realtà, per ora, è un'altra:
Leggi l'articolo di Valentina Brinis (Zeroviolenza)
___________________________________________________________

LuxleaksLuxleaks: la vecchia Europa e il coraggio di Antoine Deltour

Tutti sanno chi è Richard Snowden, praticamente nessuno ha mai sentito parlare di Antoine Deltour. Eppure senza di lui il recente scandalo denominato Luxleaks – senza molta fantasia, va detto – forse non sarebbe mai scoppiato. LuxLeaks ha svelato l'esistenza di migliaia di accordi fiscali siglati in estrema segretezza dalle autorità lussemburghesi "in favore" di dozzine di multinazionali,
Leggi l'articolo
di Luca Manes (Zeroviolenza)
____________________________________________________________

Bambini e noia
"La noia non è tempo sprecato". La psicologa: così i ragazzi crescono

"I bambini hanno bisogno di uno stacco e anche più lungo rispetto alle nostre vacanze. E devono imparare ad annoiarsi". [...] "I piccoli per crescere hanno bisogno di avere tempo di pensare per sviluppare la fantasia, l'inventiva, la creatività. E' un investimento evolutivo".
Leggi l'articolo di Donatella Barbetta (Il Giorno)
____________________________________________________________

Commedia e tragediaIl diavolo veste Isis

Sui media si susseguono le denunce sul mostro del momento: l'Isis. Sono accorate ma inefficaci: le uccisioni barbariche e l'oscurantismo alienante creano smarrimento e indignazione, ma, nella sostanza, lasciano il tempo che trovano. Le immagini raccapriccianti bruciano nel tempo breve della loro messa in onda. Isis è una prova attendibile dell'inganno che sorregge la difesa, stanca e ripetitiva, del "diritto all'informazione".
Leggi l'articolo di Sarantis Thanopulos (Il Manifesto)
_____________________________________________________________________________

No ExpoAlla fiera dell'ipocrisia

Il pianeta degli obesi e quello dei denutriti, le food corporation e i piccoli produttori locali, i semi antichi e i robot che servono ai banchi del supermercato. Nel milione di metri quadri che dal primo maggio ospiterà Expo 2015 c'è posto per tutto. E il contrario di tutto. Un mix di ingredienti controversi conditi in salsa italiana: inchieste della magistratura, consumo di suolo agricolo e perfino una società civile divisa nel giudizio e nelle modalità di "presidiare" l'evento.
Leggi l'articolo
di Tiziana Barillà
e Raffaele Lupoli (Left)
____________________________________________________________

Bush e Cheney
Sean Penn: "L'Isis? L'hanno inventato Cheney e Bush"

Invitato al Late Night Show di Conan O’Brien, Sean Penn, lo strenuo, irriducibile progressista che si batte per tutte le cause, ha scatenato un putiferio con le sue dichiarazioni: "È stupefacente che Dick Cheney (ex segretario alla Difesa), questo batterio che infetta l’umanità, grazie alla tecnologia bionica sia ancora tra noi.
Leggi l'articolo
di Carlo Antonio Biscotto (Il Fatto Quotidiano)
Leggi l'articolo di Tiziana Barillà e
_______________________________________________

Keith Haring, Bambini e adultiLa città dei bambini nella mente degli adulti: sognando insieme città senza violenza

"Vivere senza confini", recitava lo spot pubblicitario di una compagnia telefonica, evocando libertà, superamento dei limiti spaziali e, naturalmente, la possibilità di raggiungere tutti ed essere raggiunti. Divertita ed appena inquieta, mi domandavo se il successo del messaggio potesse derivare dalla soddisfazione del desiderio, inconscio e universale, di eludere le angosce che accompagnano la dimensione della separatezza.
Leggi l'articolo di Geni Valle (minima&moralia)

- Il calendario degli incontri
- La scheda metodologica del corso
- Le locandine del corso

____________________________________________________________

TTIP, The GuardianCould the TTIP deal undo development gains?

Più UN secretary general Ban-ki Moon has clearly stated his ambition for the sustainable development goals to be the most inclusive global development process ever, saying: "Development, after all, is about people. Their aspirations and ambitions must shape our policies and goals.
Leggi l'articolo di Barbara Crowther (The Guardian)
____________________________________________________________

TTIP
TTIP e TISA. La salute in vendita

I trattati commerciali fra USA ed UE, modificando le attuali regole a favore della libera concorrenza, potrebbero avere conseguenze negative sulla salute, sia indirettamente attraverso i determinanti sociali e ambientali di salute (lavoro, alimentazione, inquinamento, disuguaglianze, etc), sia direttamente attraverso la mercificazione dei servizi sanitari.
Leggi l'articolo
di Stefano Guicciardi (Salute Internazionale.info)
____________________________________________________________

DonneAl supermercato del sesso

Il Paradise è una casa di appuntamenti di Stoccarda. E' uno dei megabordelli nati in Germania negli ultimi anni. Come molti altri è in stile marocchino. Immaginate un incrocio tra la dimora di un sultano e un albergo economico, infilatelo tra una serie di anonimi palazzi in un parco industriale e vi sarete fatti un'idea. Non è la prima volta che entro in un bordello.
Leggi l'articolo
di Nisha Lilia Diu (Internazionale)
_____________________________________________________________________________


8x1000 alla Chiesa Valdese
Bisogni, aspirazioni, desideri. Nuova campagna per l’Otto per mille alla Chiesa valdese




____________________________________________________________


Campagna nazionale “Meno Giornali Meno Liberi” per la riforma del settore e il pluralismo dell’informazione

Duecento testate, 3.000 posti di lavoro di giornalisti, grafici e poligrafici, 300 milioni di copie in meno: se Governo e Parlamento non ripristineranno i contributi per l’editoria 2013 (tagliati retroattivamente a bilanci già chiusi) e 2014 sono questi i numeri del disastro che si abbatterà sull’editoria non profit italiana, con costi per lo Stato più alti del valore del fondo.
Firma la Petizione!
____________________________________________________________


Zeroviolenza.it è un progetto di
informazione indipendente.

Leggi Chi Siamo

Dammi il cinque! Il tuo 5 x 1000 a Zeroviolenza Onlus!
Codice fiscale: 97524750581

Zeroviolenza è di chi lo legge! Sostienici!
Grazie per il tuo contributo!

Per maggiori informazioni contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Continua a seguire Zeroviolenza.it e invia il link ai tuoi amici.

Seguici anche su facebook e twitter!
____________________________________________________________
Il 24% della somma versata può essere detratta dalla dichiarazione dei redditi. Ricorda di comunicare il tuo indirizzo email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per ricevere la certificazione.

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 sul trattamento dei dati personali
I tuoi dati sono raccolti solo per informarti sulle iniziative e sulle attività di raccolta fondi a favore dell’Associazione Zeroviolenza Onlus. In ogni momento puoi chiedere la verifica, la variazione o la cancellazione di tali dati, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vuoi cancellarti da questa newsletter? {tag:unsubscribe}
{tag:subscriptions}


   
 
  Dammi il cinque! Il tuo 5x1000 a Zeroviolenza
  {tag:date format=3}  
 
 
  Newsletter di Zeroviolenza.it n. 12/2015
____________________________________________________________________

di Giacomo Gambassi (Avvenire)
____________________________________________________________

Scena SensibileLa scena sensibile 2015

Al Teatro Argot Studio di Roma da domenica 8 marzo fino a domenica 22, riprende la rassegna al femminile, curata da Serena Grandicelli
____________________________________________________________


Zeroviolenza.it è un progetto di informazione indipendente.
Leggi Chi Siamo

Dammi il cinque! Il tuo 5 x 1000 a Zeroviolenza Onlus!
Codice fiscale: 97524750581

Zeroviolenza è di chi lo legge! Sostienici!
Grazie per il tuo contributo!

Per maggiori informazioni contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Continua a seguire Zeroviolenza.it e invia il link ai tuoi amici.

Seguici anche su facebook e twitter!
____________________________________________________________
Il 24% della somma versata può essere detratta dalla dichiarazione dei redditi. Ricorda di comunicare il tuo indirizzo email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per ricevere la certificazione.

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 sul trattamento dei dati personali
I tuoi dati sono raccolti solo per informarti sulle iniziative e sulle attività di raccolta fondi a favore dell’Associazione Zeroviolenza Onlus. In ogni momento puoi chiedere la verifica, la variazione o la cancellazione di tali dati, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vuoi cancellarti da questa newsletter? {tag:unsubscribe}
{tag:subscriptions}


   
 
  Dammi il cinque! Il tuo 5x1000 a Zeroviolenza
  {tag:date format=3}  
 
 
  Newsletter di Zeroviolenza.it n. 11/2015
____________________________________________________________________


" target="_blank">" target="_blank">Prostituzione: Monica Pepe intervista Giorgia Serughetti

Le ultime 2 parti dell'intervista:
- I giovani, la libertà, il valore, il piacere. Intervista a Giorgia Serughetti (V parte)
- Il fenomeno, la morale, il denaro, l'initimità. Intervista a Giorgia Serughetti (IV parte)

____________________________________________________________

Mi cuerpoLuci e ombre sull'approvazione della risoluzione Tarabella in tema di diritto all'aborto
Alle dodici del 10 marzo si è diffusa in rete la notizia dell'approvazione al Parlamento di Strasburgo della risoluzione Tarabella relativa alla "Relazione sulla Parità tra donne ed uomini nell'Unione europea per l'anno 2013". Al suo interno sono affrontati vari temi, il congedo parentale, il gap salariale di genere, il divario pensionistico e l'implementazione di politiche proattive per l'occupazione femminile.
Leggi l'articolo
di Maddalena Robustelli (Zeroviolenza
)
____________________________________________________________

"Sblocca Italia?" No, Sblocca trivelle e affonda l'Italia
La cosiddetta Legge "Sblocca Italia", la Legge n.133/2014 approvata a colpi di fiducia dal Governo Renzi, nasconde molte magagne (1) ma mi limiterò qui a trattare del solo Articolo 38, che ci è venuto spontaneo rinominare subito "Sblocca trivelle". Presentato da Renzi come "risposta" ai tre/quattro comitatini che vogliono ostacolare ad ogni costo le progressive sorti petrolifere del Paese, lo sblocca trivelle consente di applicare quelle procedure, semplificate e accelerate, che si addicono alle "infrastrutture strategiche".
Leggi l'articolo di Alessandro Giannì (Zeroviolenza)
____________________________________________________________
Maternità
Donna o madre?
Massimo Recalcati ha prospettato, di recente, il tramonto della madre che si sacrifica per accudire i figli, trattenendoli presso di sé con uno scambio tra la sua abnegazione e la loro fedeltà. Il suo posto è preso dalla madre "narciso", ossessionata dalla propria libertà e dalla propria immagine, che vede nei figli un ostacolo. Nel passato la madre tendeva a uccidere la donna, oggi è la donna che sopprime la madre.
Leggi l'articolo
di Sarantis Thanopulos (Il Manifesto)
_______________________________________________________
_____________________________________________________________

Io Decido!Fuori gli obiettori dal San Camillo!
È con rabbia e preoccupazione che rispondiamo all'allarme lanciato dalle ginecologhe che operano negli ospedali della provincia di Roma, circa il rischio che al reparto maternità e ostetricia dell'Ospedale San Camillo venga nominato un primario obiettore di coscienza. Siamo costrette a constatare che dichiararsi obiettore di coscienza è la condizione irrinunciabile per fare carriera negli ospedali pubblici.
Leggi l'appello di #IoDecido

____________________________________________________________

Accudire i figli non vuol dire perdere l'autorevolezza
La lenta avanzata dei padri accudenti è un fenomeno da incoraggiare senza ambivalenze. Si tratta di pari opportunità tra padri e madri in entrambe le direzioni: per fare sì che le madri possano conciliare meglio lavoro di cura e lavoro per il mercato (e magari anche un po' di tempo per sé), ma anche perché venga riconosciuta la legittimità del desiderio di molti padri di avere più tempo per i figli,
Leggi l'articolo di Chiara saraceno
(La Repubblica)
____________________________________________________________


La città dei bambini nella mente degli adulti. Differenze e integrazione
Proseguono le lezioni del nostro Corso dedicato a genitori e insegnanti delle scuole materne, elementari e medie.
Vedi il servizio di Rai News 24
- Il calendario degli incontri
- La scheda metodologica del corso
- Le locandine del corso

____________________________________________________________

Dalla Cina col pancione: i figli nascono negli Usa
All'aeroporto di Los Angeles, una coppia di cittadini cinesi viene fermata per i controlli. Il marito, Wang Fei, cerca di convincere gli agenti della dogana che vuole entrare negli Usa per una vacanza. Lei è incinta, non si sa di quanti mesi. "E se il travaglio iniziasse durante la permanenza?" chiedono gli agenti. "Resteremo a casa di mio padre a Corona, una città poco distante da Los Angeles", spiega. Eppure la storia non convince.
Leggi l'articolo di Virginia Della Sala (Il Fatto Quotidiano)
____________________________________________________________

Scena SensibileLa scena sensibile 2015
Al Teatro Argot Studio di Roma da domenica 8 marzo fino a domenica 22, riprende la rassegna al femminile, curata da Serena Grandicelli
____________________________________________________________


Zeroviolenza.it è un progetto di informazione indipendente.
Leggi Chi Siamo

Dammi il cinque! Il tuo 5 x 1000 a Zeroviolenza Onlus!
Codice fiscale: 97524750581

Zeroviolenza è di chi lo legge! Sostienici!
Grazie per il tuo contributo!

Per maggiori informazioni contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Continua a seguire Zeroviolenza.it e invia il link ai tuoi amici.

Seguici anche su facebook e twitter!
____________________________________________________________
Il 24% della somma versata può essere detratta dalla dichiarazione dei redditi. Ricorda di comunicare il tuo indirizzo email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per ricevere la certificazione.

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 sul trattamento dei dati personali
I tuoi dati sono raccolti solo per informarti sulle iniziative e sulle attività di raccolta fondi a favore dell’Associazione Zeroviolenza Onlus. In ogni momento puoi chiedere la verifica, la variazione o la cancellazione di tali dati, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vuoi cancellarti da questa newsletter? {tag:unsubscribe}
{tag:subscriptions}


   
 
  Dammi il cinque! Il tuo 5x1000 a Zeroviolenza
  {tag:date format=3}  
 
 
  Newsletter di Zeroviolenza.it n. 10/2015
____________________________________________________________________



Vuoi cancellarti da questa newsletter? {tag:unsubscribe}
{tag:subscriptions}


   
 
 
  {tag:date format=3}  
 
 
  Newsletter di Zeroviolenza.it n. 9/2015
____________________________________________________________________


Vuoi cancellarti da questa newsletter? {tag:unsubscribe}
{tag:subscriptions}


   
 
 
  {tag:date format=3}  
 
 
  Newsletter di Zeroviolenza.it n. 8/2015
____________________________________________________________________



Vuoi cancellarti da questa newsletter? {tag:unsubscribe}
{tag:subscriptions}


   
 
 
  {tag:date format=3}  
 
 
  Newsletter di Zeroviolenza.it n. 7/2015
____________________________________________________________________


Armi e terrorismo, le colpe dell'Occidente


Il traffico di armi nel mondo non conosce crisi. Secondo il nuovo rapporto Trends in international arms transfers dell'Istituto internazionale di ricerca sulla pace di Stoccolma (Sipri), il traffico internazionale di armi è cresciuto del 14% nel quinquennio 2009-2013. Armi che servono per uccidere, massacrare civili, a volte profughi in fuga da dittature come quella eritrea, povertà, mutamenti climatici.
Leggi l'articolo
di Marco Omizzolo/Roberto Lessio (Zeroviolenza)
____________________________________________________________

Intervista ad Angelo Del Boca: "Il Governo è irresponsabile"
Abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale crisi libica ad Angelo Del Boca, storico del colonialimso italiano, della Libia e autore di molti saggi sulla figura di Gheddafi (compresa una importante monografia, riedita in questi giorni in una versione più completa da Laterza).
Come giudichi l'affermazione del ministro degli esteri Paolo Gentiloni: "Siamo pronti a combattere in Libia...", perché "è uno Stato fallito", sembra spiegare Matteo Renzi?

Leggi l'intervista
di Tommaso Di Francesco (Il Manifesto
)
____________________________________________________________


Intervista a Fabio Mini: "Entrare in guerra è facile ma si rischia il pantano"
"Una volta che ci fossimo infilati in quel pantano, però, difficile sarebbe uscirne. Guardate che cosa accade dopo 14 anni di Afghanistan". Non è usuale sentire un generale del nostro esercito usare tanta freddezza nei confronti della guerra. Eppure Fabio Mini, che è stato il comandante della missione Nato in Kosovo, e capo di stato maggiore del Comando Nato delle forze alleate Sud Europa, non si nasconde dietro le parole.
Leggi l'intervista di Francesco Grignetti (La Stampa)

____________________________________________________________

Perché la Libia è un caso disperato
Il paese è spaccato tra il "legittimo" governo di Tobruk e le milizie "rivoluzionarie" di Misurata che controllano Tripoli.
La competizione fra le monarchie del Golfo. Gli errori occidentali e la solitudine dell'Italia. In palio ci sono i pozzi e i petrodollari.
Un estratto dall'articolo presente in Dopo Parigi, che guerra fa.
Leggi l'articolo
di Mattia Toaldo (Limes)
____________________________________________________________

"L'Isis non si combatte con le bombe, ma togliendo i finanziamenti"
Per Abdussalam Nasuf, presidente della comunità libica - coordinamento italiano, le milizie sono formate da mercenari che combattono solo per interesse. “Importante continuare con la diplomazia, ma va data la possibilità al governo libico di difendersi”.
Leggi l'articolo
di Dino Collazzo (Redattore Sociale)

____________________________________________________________

Zeroviolenza.it è un progetto di informazione indipendente.
Leggi Chi Siamo

Zeroviolenza è di chi lo legge! Sostienici!
Grazie per il tuo contributo!

Per maggiori informazioni contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Continua a seguire Zeroviolenza.it e invio il link ai tuoi amici.

Seguici anche su facebook e twitter!
____________________________________________________________
Il 24% della somma versata può essere detratta dalla dichiarazione dei redditi. Ricorda di comunicare il tuo indirizzo email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per ricevere la certificazione.

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 sul trattamento dei dati personali
I tuoi dati sono raccolti solo per informarti sulle iniziative e sulle attività di raccolta fondi a favore dell’Associazione Zeroviolenza Onlus. In ogni momento puoi chiedere la verifica, la variazione o la cancellazione di tali dati, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vuoi cancellarti da questa newsletter? {tag:unsubscribe}
{tag:subscriptions}


   

facebook