All'inizio venne pubblicato diviso in due. Era il 1868-69, e ogni volume di "Little Women or, Meg, Io, Beth and Amy" costò al lettore un dollaro e cinquanta. ...
Mai far del male a una donna, perché se reagisce, la sua vendetta sarà tremenda. È un "concetto" che ricorre spesso nel noir firmato da Massimo Carlotto e Marco Videtta da poco nelle librerie. ...
Non c’è scrittore che prima o poi non si confronti con la giovinezza. E' il tempo che comprende ogni possibilità dell’esistenza, il tempo dell’indistinto e della vitalità, dello spreco felice: ogni romanzo è al fondo un romanzo di formazione, oppure lo contiene. ...
Donne violate. Donne percosse. Donne assassinate. Donne sequestrate. Donne vendute e comprate. Lo sgomento di fronte alla cronaca - ripetuta, quotidiana, intollerabile - è così avvilente da generare sogni di giustizia immediata. Di vendetta. ...

Cuore di marketing

  • Giovedì, 02 Maggio 2013 07:46 ,
  • Pubblicato in Flash news

Lipperatura
02 05 2013

Non è una novità, naturalmente, e fra un istante proverò a raccontare i precedenti. Intanto, la notizia. Giunti Y, la collana per young adult di Giunti, manda in libreria una nuova edizione di Cuore di tenebra di Joseph Conrad. Con la copertina che potete ammirare. Lui, per inciso è Josh Holloway, uno degli interpreti della serie Lost. Giunti Y aveva già una serie Y classic, con copertine non meravigliose ma pertinenti. In questo caso, come si evince dal post, la strizzata d’occhio è evidente: “la nostra grafica ha realizzato delle copertine a dir poco strepitose, con dei bellissimi personaggi maschili”. L’idea, dunque, è che le giovani lettrici possano accostarsi ai classici (intento meritorio) solo se solleticate da un fustacchione in copertina, e poco importa se, con il romanzo di Conrad, il fustacchione abbia ben poco a che vedere.
Non sappiamo quali siano gli altri classici minacciati da Giunti Y: sappiamo però che la strizzata d’occhio in questione, fra gli editori, è iniziata almeno da quando il fenomeno Twilight ha aperto prospettive che ci si auguravano infinite (e che invece si sono disseccate per eccessiva avidità da parte degli editori medesimi). Qui potete ammirare, per esempio, le copertine di tre Oscar Mondadori che propongono Romeo e Giulietta, Cime tempestose e Orgoglio e pregiudizio come “I libri preferiti di Bella ed Edward” (e, no, non è un fotomontaggio).

Perché gli editori fanno questo? Prevengo la risposta ufficiale: “vogliamo avvicinare i giovani ai classici”. Che è cosa lodevole e giusta, e ben venga. Prevengo la seconda parte della risposta: “solo togliendo ai classici l’aura muffosa - magari non diranno muffosa, ma passatemelo - gli adolescenti impareranno ad amarli”. E anche questa è cosa lodevole e giusta. Ma c’è operazione e operazione: quella che, per rimanere a Romeo e Giulietta, fece Baz Luhrmann nel 1996 con il film Romeo+Giulietta era in apparenza trasgressiva ma nei fatti e nel cuore fedelissima a Shakespeare. E servì, probabilmente, a trovare un pubblico nuovo.
L’operazione editoriale è invece semplicissima e si basa su un paio di conti: stando ai dati campione di una ricerca fiorentina dello scorso anno, il 68% dei ragazzi fra 14 e 20 anni dichiara di dedicarsi anche alla lettura extra-scolastica. Ma all’interno di questa cifra sono le ragazze a costituire la quota più alta: 77%, mentre i ragazzi si fermano al 56%. Dunque le giovani lettrici sono il target. E come le attiriamo, si saranno chieste le volpi del marketing? Con una copertina che richiama, nelle intenzioni, un Harmony, anche se con il romanzo non ha davvero nulla a che spartire.
E’ lesa maestà dei classici? No, affatto. I classici non sono immutabili, non sono icone, sono libri e in quanto tali sono e devono restare vivi e passibili di qualsivoglia trasgressione. Questa è lesa maestà delle lettrici, semmai: che vengono considerate niente di più di un’indistinta platea in preda a tempesta ormonale. Naturalmente, le medesime si stanno già ribellando: leggasi, per fare un solo esempio, il post di Dusty pages in Wonderland, qui.
Per dar loro una mano, ecco il link per scaricare gratis Cuore di tenebra: fatelo, in barba a chi vi scambia per imbecilli.

facebook