×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 407

"Questa non è la Shoah ma il Male può tornare"

  • Giovedì, 03 Settembre 2015 07:56 ,
  • Pubblicato in Flash news
la Repubblica
03 09 2015

"Numeri scritti sulle braccia dei migranti, vecchi e giovani, uomini donne e bambini? Devo davvero dirle - con tutte le differenze storiche tra allora,quando sopravvissi, e oggi - quali memorie queste notizie-shock da Praga evocano nel mio animo?".

Il professor Elie Wiesel, tra i massimi intellettuali della comunità ebraica mondiale, premio Nobel per la pace, risponde scosso eppure insieme freddo e lucido nell'analisi.

Professor Wiesel, come sa la polizia cèca ha cominciato a scrivere numeri d`identificazione e registrazione sulle braccia dei migranti che in treno o altrimenti passano per il territorio cèco diretti in Germania o Austria. Che ne dice?
«Davvero succede questo? Sta scherzando? Dio, la mia prima reazione è lo shock assoluto, quasi a citare papa Wojtyla, che definì il nazismo e la Shoah il Male assoluto. M`intenda bene, la Shoah non è paragonabile a nessun altro crimine nella storia dell`umanità. Però apprendendo quelle notizie da Praga confermate da Mlada Fronta Dnes (autorevole quotidiano cèco, ndr) mi chiedo: ma perché mai lo fanno? E perché mai lo fanno ancora proprio in Europa?». ...

Così il lavoro degli storici ha misurato il male assoluto

  • Martedì, 27 Gennaio 2015 14:56 ,
  • Pubblicato in Il Ricordo
Giornata della memoriaUmberto Gentiloni, La Stampa 
27 gennaio 2015

"Eravamo in silenzio, muti e immobili", ricorda Piero Terracina, che era nel lager dal maggio 1944. "Ho bene in mente l'incontro con un soldato russo. Era solo, in un piccolo vialetto, coperto da un grande cappotto chiaro. Mi fece un cenno e un sorriso. Ma nessuno aveva voglia di festeggiare o gioire. Eravamo in piedi a fatica, avevamo perso tutto e tutti." ...

Giornata della memoria"Eravamo in silenzio, muti e immobili", ricorda Piero Terracina, che era nel lager dal maggio 1944. "Ho bene in mente l'incontro con un soldato russo. Era solo, in un piccolo vialetto, coperto da un grande cappotto chiaro. Mi fece un cenno e un sorriso. Ma nessuno aveva voglia di festeggiare o gioire. Eravamo in piedi a fatica, avevamo perso tutto e tutti."
Umberto Gentiloni, La Stampa ...

Memorie 2015

Giornata della MemoriaDalle lettere e dai diari dei sopravvissuti e dei sommersi: le voci... della Shoah

Martedì 27 gennaio ore 21.00
Sabato 31 gennaio ore 19.00
Domenica 1 febbraio ore 18.00
Teatro della Bottega
Via Leopoldo Ruspoli, 87 - Roma

Corriere della Sera
26 01 2015

Per il Giorno della Memoria escono col Corriere la pellicola inedita e un libro-inchiesta sulla donna che perse il nonno ad Auschwitz e una figlia in Argentina

Il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche entrarono nel campo di sterminio di Auschwitz, in Polonia (oggi Oswiecim): data divenuta simbolo tanto da essere stata scelta quale Giornata della Memoria, istituita nel 2005, per ricordare lo sterminio egli ebrei. Per la ricorrenza, il «Corriere della Sera» propone il film inedito Il rumore della memoriadi Marco Bechis (1957), scritto con Antonio Ferrari, Caterina Giargia e Alessia Rastelli, iniziativa che ha una doppia valenza: ricordare la tragedia dell’Olocausto e condannare la violenza in qualsiasi forma, epoca e luogo si manifesti, come è accaduto durante la dittatura del generale argentino Jorge Rafael Videla (1925–2013).

Il progetto parte dalla web serie girata nel 2014 da Bechis per il «Corriere» e dedicata a Vera Vigevani Jarach (GUARDA LE PUNTATE) ed è arricchito da materiali inediti, tra cui un intervento del regista, desaparecido sopravvissuto: nato a Santiago del Cile, cresciuto tra San Paolo e Buenos Aires, a vent’anni fu sequestrato e detenuto in un carcere clandestino, prima di essere espulso dall’Argentina; nei suoi film ha denunciato la violenta repressione della dittatura. Il cofanetto comprende, oltre al dvd del film, il libro-inchiesta di Antonio Ferrari e Alessia Rastelli con testi di Ferruccio de Bortoli, Alessandra Coppola, Vera Vigevani Jarach e Marco Bechis. Sarà in edicola da domani per un mese, con il «Corriere» (a e 10,90 più il costo del quotidiano). Sempre domani arriva in edicola il Diario. Racconti dell’alloggio segreto di Anne Frank. Il volume — prefazione di Ferruccio de Bortoli e postfazione dello scrittore Marco Missiroli — che comprende, oltre alle pagine del diario, i Racconti dell’alloggio segreto che ne sono l’ideale prosecuzione. Sarà disponibile per un mese al prezzo di e 9,90 più il prezzo del quotidiano. (s.col.)

facebook