×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Riduzione allo stato laicale. È questa la pena che la Congregazione per la Dottrina della fede ha comminato in primo grado a monsignor Jozef Wesolowski. L'accusa parla di abusi sessuali su minori. Ora l'arcivescovo ha due mesi per ricorrere in appello. ...

Corriere della Sera
27 06 2014

L’arcivescovo Jozef Wesolowski costretto alle dimissioni per abusi sessuali su minori. Ora ha due mesi per proporre appello alla sentenza di primo grado.

Il primo grado di processo canonico contro l’ex nunzio nella Repubblica Dominicana, monsignor Jozef Wesolowski, per abusi sessuali su minori, si è concluso in questi giorni presso l’ex Sant’Uffizio con una condanna alla dimissione dallo stato clericale.

Ora l’arcivescovo ha due mesi per proporre appello. La sala stampa vaticana comunica che, non appena sarà definitiva la sentenza canonica presso la Congregazione della Dottrina della Fede, proseguirà anche il procedimento penale presso gli organi giudiziari vaticani.

Wesolowski era stato richiamato in Vaticano da papa Francesco nell’estate scorsa in seguito alle accuse dalla Repubblica dominicana sui presunti abusi su minori.

Tra le molte cose che si sono dette sull'incontro di preghiera organizzato da Papa Francesco con il premier israeliano Simon Peres e il leader palestinese Abu Mazen, una è stata tralasciata. Eppure saltava agli occhi nelle inquadrature che celebravano l'evento tra il verde dei giardini vaticani: la totale, assoluta, imperdonabile mancanza di donne. ...

"Vogliamo che il Vaticano dia conto anche degli abusi sulle donne" in materia di salute e riproduzione, dichiara al Guardian Liliana Sepulveda del Centre for Reproductive Rights. ...
Le conseguenze degli abusi sessuali sono "tragiche": "devastanti" quelle derivanti dal "mancato ascolto, dal mancato rapporto di sospetti di abusi e dal mancato sostegno alle vittime e alle loro famiglie". ...

facebook