Lo spirito di corpo e la tortura

Ingiustizia è fatta. Nessun colpevole, dunque tutti innocenti. Nessun colpevole dunque tutti colpevoli. Nel processo per la morte di Stefano Cucchi ha vinto lo spirito di corpo, quello stesso spirito di corpo che da 25 anni impedisce al nostro Paese di introdurre il crimine di tortura nel codice penale.
Patrizio Gonnella, Il Manifesto ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook