Nozze gay, il Prefetto di Bologna annulla tutto. Merola: "Non mi fermo, mi devono commissariare"

Letto 2044 volte
Etichettato sotto

La Repubblica
04 11 2014

Il prefetto di Bologna ha adottato questa mattina "il provvedimento di annullamento dell’atto con il quale il sindaco di Bologna aveva disposto la trascrizione nei registri dello stato civile dei matrimoni contratti all’estero tra persone dello stesso sesso e le trascrizioni fino ad oggi effettuate". Lo precisa una nota della Prefettura bolognese.

Non tarda ad arrivare la reazione del sindaco, che ha fatto di questo atto una battaglia personale: "Io non cancello nulla, il prefetto nomini un commissario".

"Io questa cancellazione non la farò", ribadisce il primo cittadino di Bologna in una nota, "perché contrasta con il diritto europeo, con la nostra Costituzione, con il diritto delle persone che hanno chiesto la trascrizione, con la storia e il futuro della città che ho l'onore di rappresentare, che non vuole cittadini di serie A e serie B, e con la mia coscienza. Risponderò in queste ore al Prefetto perché provveda lui al concreto annullamento, e informerò le persone direttamente interessate dalla decisione di annullamento del Prefetto, perché almeno possano valutare le azioni legali a loro tutela".

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook