SIAMO IN GRADO DI OPPORRE UN' ITALIA DIVERSA

di ArciLesbica

In un paese dove la legge per istituire i corsi di educazione sessuale nelle scuole giace in Parlamento dal 1975 senza essere approdata mai a un dibattito serio, un paese dove la parola del Vaticano ha un peso che non ha in nessuna altra parte del mondo, dove le libertà di pensiero e di insegnamento sono formalmente difese, ma in realtà combattute con tutti i mezzi a disposizione non stupisce affatto che una iniziativa lodevole come quella dell'Università di Milano susciti reazioni incolte e ridicole come quelle pubblicate dal Foglio e da Libero.

La volgarità delle esternazioni è servita a dimostrare quanto la necessità di una cultura positiva dell'omosessualità sia indispensabile in Italia. Finalmente un corso universitario ci riconosce la piena dignità.
Grande merito va riconosciuto ai docenti, alla coordinatrice Antonella Besussi e al collettivo "Gay Statale Milano"che hanno reso possibile il realizzarsi di una esperienza che ci auguriamo altre Università vogliano prendere esempio, aiutandoci a portare il dibattito intorno all'omosessualità a un livello di civiltà europea, lontano anni luce da chi ancora parla di alta froceria o di lezioni per diventare omosessuali.

A questa Italia piccola, meschina, violenta e soffocante siamo in grado di opporre un'Italia diversa. Il corso "Omosessualità: un mondo nel mondo "è una delle tante prove che ci vengono offerte ogni giorno, facciamone un'occasione per il cambiamento.
Altro in questa categoria: TRIANGOLI »
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook