Appendicite scambiata per influenza. Muore in ospedale una 26enne

Letto 1301 volte
Etichettato sotto
Il Messaggero
10 04 2013

La famiglia denuncia un grave caso di malasanità

LATINA - Doveva essere una semplice influenza, invece si trattava di un'appendicite. Ma nessun medico se ne è accorto, fin quando il padre di una ragazza di 26 anni ha deciso di portarla al pronto soccorso. La morte Karin Dalla Senta, così come denunciata dai suoi familiari, ha dell'incredibile. La ragazza è deceduta stanotte all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina in circostanze tutte da chiarire.

Secondo la ricostruzione dei familiari la ragazza aveva cominciato a sentire dei dolori piuttosto forti circa venti giorni fa. Il medico di famiglia, dopo averla visitata, le aveva diagnosticato una semplice influenza prescrivendole un normale antibiotico.

Ma i dolori, anziché diminuire, aumentavano sempre di più. Fino a quando i genitori di Karin, venerdì, hanno chiamato l’ambulanza del 118. Il personale avrebbe confermato che non si trattava di "nulla di preoccupante". Poi addirittura un rimprovero: "L’ambulanza va chiamata per cose più serie”.

Karin resta a casa, afflitta dai dolori sempre più forti. Domenica, però, il padre non ce la fa più e decide di portarla al pronto soccorso dell'ospedale di Latina. Lì, dopo quattro ore di attesa su una barella con codice verde assegnato, la giovane viene sottoposta a un'ecografia dalla quale emerge la verità: la ragazza è colpita da una grave peritonite, probabile conseguenza di un'appendicite trascurata.

Immediatamente i sanitari sottopongono la 26enne a un delicato intervento chirurgico definendo la situazione “molto grave”. Dopo l'operazione Karin resta ricoverata in Rianimazione, ma lunedì sera si verifica un improvviso aggravamento e la ragazza muore all'alba di martedì per setticemia.

La ricostruzione fornita dalla famiglia dovrà ora essere verificata durante l'inchiesta, visto che è stata presentata una denuncia dettagliata. Dall'autopsia e dall'esame delle cartelle cliniche si dovrebbe chiarire perché è morta la 26 enne e chi, eventualmente, ne è responsabile. Indagano i carabinieri coordinati dalla Procura di Latina.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook