Guardando la nave (ma non si parla della Concordia)

Letto 1469 volte
Etichettato sotto

Lipperatura
17 09 2013

Ti fermano mentre entri in ascensore e ti dicono: sai che Giorgio Dell’Arti, a Prima Pagina, ha detto che i femminicidi sono in diminuzione? E tu ti chiedi: ma cosa significa questa guerra del numero, questa rivendicazione orgogliosa di incredulità, questo lucreziano sostare sulla riva a guardare la nave che affonda (a proposito) sostenendo per giunta che i naviganti non corrono alcun pericolo?
Te lo chiedi, ti rispondi che è anche colpa di un DL sballato usato come fiore all’occhiello per il G6 (leggete come lo smonta una persona seria come Barbara Spinelli). Ma la spiegazione non è sufficiente: in questa mattina di nuvole mi viene in mente il motivo più banale. Prendere le distanze significa chiamarsi fuori. Non esiste, dunque non mi riguarda.

Dunque, una volta per tutte, ascoltate chi con i numeri lavora: qui trovate mezz’ora di intervista a Linda Laura Sabbadini, direttora centrale Istat. E speriamo di non dover tornare ancora sopra su questo aspetto della vicenda.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook