Pochi soldi, si torna allo scambio: il boom della Banca del tempo (Elisabetta Reguitti, Il Fatto Quotidiano)

In principio fu un quaderno azzurro sul quale venivano appuntate note del tipo: "Francesca ha dato un'ora a Giovanni". Oggi sono migliaia le persone che si rivolgono alla Bdt, Banca del tempo dove la moneta corrente è il do ut des. Non sono associazioni di volontariato, perché in queste realtà l'obiettivo è la reciproca utilità di tempo inteso come baratto di saperi, intelligenza, competenze e umanità. ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook