Una giustizia frettolosa per la bambina separata dalla mamma

Quante cose si possono raccontare due voci al telefono, in cinque minuti? Ben poche, fra un saluto e l'altro. Ma quel breve tempo diventa più avaro che mai quando è tutto ciò che resta a una madre e una figlia. Giulia, che ha undici anni e fino a qualche giorno fa viveva "da sola", come ha risposto lei alla richiesta trabocchetto dei suoi insegnanti, ora è stata affidata dagli assistenti sociali di Sestu a una ragazza che abita nello stesso quartiere.
Elena Loewenthal, La Stampa ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook