Io, fuggito dal campo 14

Ha visto la luce nel 1982 tra le baracche del Campo 14 di Kaechon, il più grande "spazio di rieducazione e lavoro collettivo" della Corea del Nord. La sua unica colpa era quella di avere uno zio che nel 1951, durante la guerra civile, era fuggito al Sud: e le famiglie dei disertori, come stabilì a suo tempo il "Grande Leader" Kim Il Sung, vanno internate per tre generazioni consecutive.
Gianluca Ferraris, Panorama ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook