La tragedia di Aidé e Francisco. La famiglia annientata dai narcos

Letto 1749 volte
Corriere della Sera
13 03 2015

Aidé Nava non si è mai voluta "allineare". In altre parole non si è sottomessa al gruppo criminale dei Los Rojos. Ed ha pagato caro il gesto di coraggio: è stata rapita e poi decapitata.

Il suo corpo martoriato è stato rinvenuto vicino a Chipalchingo, stato di Guerrero. Una delle regioni del Messico più martoriate dalle azioni dei cartelli.

Aidè, 42 anni, era membro del Partito della rivoluzione democratica e voleva presentarsi alle elezioni locali del prossimo giugno, la sua candidatura era sgradita ai gangster. ...

Altro in questa categoria: La vita comincia a 70 anni »
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook