Il terrore dentro

Campo di grano con i corvi, Vincent Van GoghNon esistono interpretazioni del suo gesto che lo riguardano, l'ha compiuto in modo anonimo, impersonale. Non si può parlare di premeditazione (per quanto sia possibile che abbia progettato l'incidente) poiché non c'è stata decisione. Lubitz ha agito come un incidente meccanico (con la stessa inumana concretezza del fatto), all'interno di una concatenazioni di eventi. Di questa concatenazione, che ha aperto un buco nella sua soggettività, non è stato che un ingranaggio. Nella follia l'altro può essere ucciso per l'odio determinato dalla passione, quando la passione finisce in un vicolo cieco e non ha altra scelta che distruggere ciò che ama.
Sarantis Thanopulos, Il Manifesto ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook