In fuga sul pullman dei sopravvissuti. "Il mondo ci ha traditi, per noi non c'è futuro"

Il popolo dei nepalesi in fuga da Katmandu lascia l'inferno per scoprire che oltre c'è un incubo. La capitale è crollata, ma le campagne e le montagne dell'Himalaya sono state inghiottite dalla terra. A Dhading, epicentro del terremoto, due pensioni e il mercato sono precipitati in una frattura del fango. I dispersi sono centinaia. Qui ancora non sono arrivati soccorsi, soldati, nemmeno un funzionario per registrare il disastro. La regione ad ovest di Katmandu e fino a Pokhara è un deserto abbandonato.
Giampaolo Visetti, La Repubblica ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook