Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, ma non utilizza alcun cookie di profilazione. Per prestare il consenso all’uso dei cookies (leggi l'informativa) cliccare su "Accetta".
Zeroviolenza su Facebook 
Zeroviolenza su Twitter  
Canale Youtube di Zeroviolenza  
Zeroviolenza su Google PLus
martedì 24 ottobre 2017



"Una nave baleniera fu la mia Yale e la mia Harvard".

Herman Melville


Il tuo 5x1000 a Zeroviolenza! CF 97524750581

Offende tutti: petizione contro lo spot sessista di De Agostini

11 05 2015

Un sacco da boxe con indosso un perizoma di pizzo nero, accompagnato dalla frase "Da come tenersi in forma a come tenersi marito": è questa l'immagine della nuova pubblicità della casa editrice De Agostini accusata di essere sessista. Lo spot pubblicizza il nuovo sito Deabyday, che promette "tante soluzioni e consigli per la vita di tutti i giorni". Su Charge.org è stata avviata una petizione per chiedere, oltre all'imediata rimozione della pubblicità, anche le pubbliche scuse.

La raccolta firme è stata lanciata da Anna Maria Arlotta, che nel 2011 ha già creato una pagina Facebook, "La pubblicità sessista offende tutti", contro le rappresentazioni della donna oggetto in tv e nella pubblicità. "De Agostini Editore, chieda scusa alle donne! Non siamo nel 1950 e il sedere di una donna non è un sacco da boxe!", è stato scritto nella lettera che accompagna la petizione.

"Sulla vostra pagina Facebook - ha scritto Anna Maria Arlotta - donne e uomini allibiti stanno commentando la vostra pessima pubblicità. Vi chiediamo di ritirare immediatamente la vostra campagna e di chiedere scusa per la vostra pubblicità offensiva per tutti!".