Il T-tip fa male alla salute

Etichettato sotto

Comune - info
19 04 2015

La Rete Sostenibilità e Salute, insieme al Circolo per la Decrescita Felice di Torino ed in collaborazione con l’Assemblea Cavallerizza 14:45, il Comitato Stop T-tip di Torino, il Segretariato Italiano degli Studenti di Medicina (Torino) e il Collettivo Medici senza Bandiere, organizza a Torino per il 13 giugno 2015 alla Cavallerizza Reale (via Giuseppe Verdi 9, Torino) dalle ore 10 alle ore 18,30 la seconda Conferenza nazionale Decrescita, Sostenibilità e Salute: dalla Carta di Bologna al T-tip, la parola ai cittadini. L’iniziativa fa parte del Festival della Complessità.

È passato più di un anno dalla Conferenza alla Camera dei deputati, da cui è partita la costruzione della Rete Sostenibilità e Salute che conta ventidue associazioni attive nell’ambito di un fare critico nella salute. La Rete in questo tempo ha continuato a lavorare operosamente. Ora, per la prima volta, si presenta in pubblico per promuovere il suo manifesto – La Carta di Bologna per la Sostenibilità e la Salute - e alcune riflessioni sul T-tip, il terribile e ormai noto Trattato di libero commercio bilaterale attualmente in discussione tra Unione europea e Stati uniti che potrebbe cambiare drasticamente le basi da cui dipende la nostra salute.

La salute, per la Rete Sostenibilità e Salute, è non solo un diritto da tutelare, ma anche un bene comune, di cui prendersi cura in modo attivo, attraverso la partecipazione responsabile e diretta delle persone e delle comunità nella definizione e nell’attuazione delle politiche, così come nella costruzione di una società alternativa sostenibile sia dal punto di vista ambientale che sociale. “Noi crediamo ciò sia possibile e sia ora di agire – dice Jean-Louis Aillon, della Rete – Per questo ne parleremo alla Cavallerizza Reale, bene comune in svendita e liberato dalla cittadinanza, ora laboratorio per una progettazione partecipata e sostenibile della città di Torino”.

Rete Sostenibilità e Salute

Associazione Dedalo 97, Associazione Frantz Fanon, Associazione Medici per l’Ambiente – ISDE Italia, Associazione per la Decrescita, Associazione per la Medicina Centrata sulla Persona onlus-Ente Morale, Associazione Scientifica Andria, Centro Salute Internazionale-Università di Bologna, Giù le Mani dai Bambini onlus, Medicina Democratica onlus, Movimento per la Decrescita Felice, No Grazie Pago Io, Osservatorio Italiano sulla Salute Globale, Osservatorio e Metodi per la Salute, Università di Milano-Bicocca, People’s Health Movement, Psichiatria Democratica, Rete Arte e Medicina, Rete Mediterranea per l’Umanizzazione della Medicina, Segretariato Italiano Studenti in Medicina, Sism Società Italiana Medicina Psicosomatica, Società Italiana per la Qualità dell’Assistenza Sanitaria, SIQuAS, Slow Food Italia, Slow Medicine

Altro in questa categoria: The Good school »
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook