Ora la procura ci passa anche le immagini

Gogna mediaticaLe immagini che accompagnano le notizie erano rimaste, fino a qualche mese fa, l'ultimo baluardo in difesa dell'autonomia dei giornalisti. Sì, è vero quando ci sono rinvi a giudizio o ancora meglio arresti, gli articoli sono il copia e incolla delle ordinanze. Da tempo immemorabile ormai il lavoro dei giornalisti è diventato quello di riportare ciò che dicono i magistrati: gli operatori dell'informazione si sono dimenticati che il giornalismo nasce come contropotere non solo della politica e degli affari, ma anche delle procure e dei tribunali.  
Angela Azzaro, Cronache del Garantista ...
Altro in questa categoria: L'affare dei migranti »
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook