Il martirio infinito di Kobane

E' la visione di una guerra implacabile in cui sono aboliti i termini di tempo e di luogo, come la visione di un altro pianeta. Non c'è intreccio. Il suo ritmo è quello di una eruzione vulcanica e di un terremoto. Gli avvenimenti: una terra sconvolta dai bombardamenti, dai kamikaze, l'esplosione di un astro.
Domenico Quirico, La Stampa ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook