Newsletter n. 29/2016 - VIOLENZADONNE - STEFANO CUCCHI - REFERENDUM - MIGRANTI



 
 
La Newsletter di Zeroviolenza.it - 29
 
7 ottobre 2016
 

 
Ciao,
nella newsletter di questa settimana: un commento sulla Riforma della Costituzione; Sanità e Referendum; decoro urbano e violenza sulle donne; il processo per la morte di Stefano Cucchi; Referendum e ambiente; un'inchiesta sul caporalato; lo sciopero per il diritto all'aborto in Polonia; il ricordo della strage di migranti a Lampedusa; la presentazione del libro "I signori del cibo"; al Referendum per la Costituzione Zeroviolenza Vota No.

Buona lettura!
 

Referendum CostituzioneLa riforma del Titolo V della Costituzione non è né moderna né efficiente

I fautori della riforma costituzionale sostengono che il prossimo 4 dicembre occorra votare sì al referendum per rendere più moderno, veloce ed efficiente il "sistema Paese".
La riforma, in verità, fa piazza pulita di ogni idea federalista e colpisce al cuore la tradizione regionalista italiana, imprimendo al sistema delle relazioni tra lo Stato e gli enti territoriali una svolta centralista.
 

Sanità pubblicaSanità, "con il Sì farmaci oncologici in tutte le Regioni"? Renzi, non inganni i malati

Ci vuole una bella faccia tosta ad andare in tv come ha fatto Matteo Renzi a dire a proposito di riforma costituzionale "con il referendum si decide se lasciare tutta la sanità alle Regioni oppure dare stessi diritti a tutti i cittadini" o a dire, strumentalizzando cinicamente le sofferenze delle persone, "se vincono i sì tutti i malati di cancro avranno gli stessi farmaci indipendentemente dalla Regione in cui vivono".
 

Kill Bill e violenzadonneNon una di meno: la violenza sulle donne non è una questione di decoro urbano

Nella città di Roma sono emersi in questi giorni gli ennesimi casi di stupri. All'ordine del giorno ormai si consumano episodi di violenza sulle donne che per la stampamainstream vanno a rinfoltire le pagine di cronaca ordinaria da una paginetta.
 

Referendum Costituzione Gli slogan di Renzi, le ragioni del professor Zagrebelsky

Stavolta Matteo Renzi si è preparato benissimo. Per il secondo confronto in "Sì o No" su La7, condotto da Enrico Mentana, il presidente del consiglio si è fatto il mazzo come uno studente che all'esame universitario che sa di dover affrontare il luminare.
Leggi l'articolo di Maria Teresa Accardo (Il Manifesto)
 

Morte Stefano CucchiUn omicidio chiamato "epilessia"

Non è il perito Introna a dover definire il nesso causale tra violenze subite e morte. Saranno i magistrati a farlo. Dal canto nostro, pensiamo che sia possibile arrivare a un processo per omicidio preterintenzionale.
 

Politica Indifferenza Dal Sì del referendum No Triv al No del referendum sulla Costituzione

Habemus datam! Il prossimo 4 dicembre saremo chiamati alle urne per esprimerci sulla revisione della Costituzione.
Il 4 dicembre era l'ultima data utile, la più lontana possibile, ed il Governo ha scelto quella. In occasione del Referendum No Triv il Consiglio dei Ministri decise invece secondo tutt'altro criterio:
 

Caporalato e pomodoriLa nostra Africa in Italia: i medici nel ghetto dei braccianti

In viaggio con i volontari del Cuamm tra i raccoglitori di pomodori nel Foggiano. Per ricordare, quando apriamo un barattolo di "pummarola", che lì dentro ci sono la disidratazione di Ibra, l'ernia di Richmond, l'avitaminosi di Ahmed e lo sterno sfondato di George.
Leggi l'articolo di Paolo Rumiz (La Repubblica)
 

Sciopero aborto PoloniaDonne in sciopero, l'aborto non è peccato, né reato

Un lunedì nero in Polonia. Nero per il colore del lutto proclamato dalle donne polacche per protestare contro il progetto di legge, presentato in parlamento da gruppi pro-vita, che vieta ogni possibilità di aborto, e anzi lo rende un reato, punibile con cinque anni di carcere.
 

MigrantiLampedusa, il ricordo della strage di migranti del 3 ottobre 2013: "La cittadinanza è universale"

Lampedusa. “Per quanto possano essere limitate, le isole non sono prive di drammi di portata universale. La storia non le ignora e in esse trova talvolta il suo epilogo. Altre volte invece la storia vi comincia”.
 

"I signori del cibo". Presentazione del libro e aperitivo

Giovedì 13 ottobre, ore 18.00
Roma - Casetta Rossa
Via G.B. Magnaghi, 14

 
 

Fermiamo l'attacco alla Costituzione!

La Costituzione è la carta d'identità di un popolo.
Il primo e unico patto sociale che tiene insieme tutti i cittadini e le cittadine nella legittima aspirazione di ognuno di trasformare l'esistenza in una possibilità di crescita personale e collettiva, economica e politica.
 
 
Segui Zeroviolenza su Facebook Segui Zeroviolenza su Twitter Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Zeroviolenza.it è un progetto di informazione indipendente.
Zeroviolenza è di chi lo legge! Sostienici!
Grazie per il tuo contributo!


Dammi il cinque! Il tuo 5 x 1000 a Zeroviolenza Onlus!
Codice fiscale: 97524750581

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 sul trattamento dei dati personali. I tuoi dati sono raccolti solo per informarti sulle iniziative e sulle attività di raccolta fondi a favore dell’Associazione Zeroviolenza Onlus. In ogni momento puoi chiedere la verifica e la variazione di tali dati, scrivendo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Zeroviolenza Onlus
www.zeroviolenza.it-
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook