Vola la spesa per la sanità privata: 7 milioni di italiani indebitati per pagarsi le cure

Pubblicato in REPUBBLICA
Letto 3023 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sanità pubblicaRepubblica
6 giugno 2018

Secondo lo studio del Censis, realizzato in collaborazione con un'assicurazione sanitaria, la spesa complessiva pagata di tasca propria salirà quest'anno al record di 40 miliardi: per gli operai, tutta la tredicesima se ne va in spese per la salute della famiglia.


Gli italiani non hanno mai speso così tanto in cure e medicine. Si calcola che il valore complessivo della spesa sanitaria privata degli italiani arriverà a fine anno a 40 miliardi di euro contro i 37,3 dello scorso anno. Nel periodo 2013-2017 è aumentata del 9,6% in termini reali, molto più dei consumi complessivi (+5,3%). Il rapporto Censis-Rbm Assicurazione Salute presentato oggi al "Welfare Day 2018" stima che nell'ultimo anno 44 milioni di italiani hanno speso soldi di tasca propria per pagare prestazioni sanitarie.

E la spesa sanitaria privata incide soprattutto sul budget delle famiglie più deboli: tra il  2014 e il 2016 i consumi delle famiglie operaie sono rimasti quasi fermi (+0,1%), ma le loro spese sanitarie sono aumentate del 6,4%: nell'ultimo anno, l'aumento è stato di 86 euro in più a famiglia. Per gli imprenditori c'è stato invece un forte incremento dei consumi (+6%) e una crescita inferiore della spesa sanitaria privata (+4,5%: in media 80 euro in più nell'ultimo anno).

Per gli operai l'intera tredicesima se ne va per pagare cure sanitarie familiari: quasi 1.100 euro all'anno. Per 7 famiglie a basso reddito su 10 la spesa privata per la salute incide pesantemente sulle risorse familiari. E c'è chi si indebita per pagare la sanità. Nell'ultimo anno, per pagare le spese per la salute 7 milioni di italiani si sono indebitati e 2,8 milioni hanno dovuto usare il ricavato della vendita di una casa o svincolare risparmi.

Secondo il rapporto, 12 milioni di italiani hanno saltato le lunghe liste d'attesa nel Servizio sanitario grazie a conoscenze e raccomandazioni. Il 54,7% degli italiani - secondo il campione utilizzato nel sondaggio - è convinto che le opportunità di diagnosi e cura non siano uguali per tutti. La sanità - emerge sempre dall'analisi del Censis - ha giocato molto nel risultato elettorale (per l'81% dei cittadini è una questione decisiva nella scelta del partito per cui votare), e sarà il cantiere in cui gli italiani metteranno alla prova il passaggio "dall'alleanza del rancore al governo del cambiamento".

Ultima modifica il Giovedì, 10 Gennaio 2019 12:00
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook