La Campagna




Una riforma del diritto di cittadinanza che preveda che anche i bambini nati in Italia da genitori stranieri regolari possano essere cittadini italiani e una nuova norma che permetta il diritto elettorale amministrativo ai lavoratori regolarmente presenti in Italia da cinque anni.
Per raggiungere questi obiettivi le due proposte di legge di iniziativa popolare debbono raccogliere 50mila firme entro la fine di febbraio 2012. 
Due settimane per prevenire gli abusi sui bambini e sulle bambine

Parte la Campagna “Io proteggo i bambini” di Terre des Hommes

SMS solidale 45509 dall'8 al 21 novembre
 
Più di mille i casi di violenza sessuale su minori (di cui 302 aggravata) , 33 bambini e adolescenti uccisi, 3.434 le persone denunciate o arrestate per questo di tipo di reati. “Dai dati della Polizia di Stato per il solo 2009 si delinea uno scenario in cui i minori italiani hanno un grande bisogno di protezione”, dichiara Federica Giannotta, responsabile Diritti dei Minori di Terre des Hommes. Per questo Terre des Hommes lancia la campagna ‘IO Proteggo i Bambini’ con sms solidale 45509 contro le violenze sui minori.

Ferite a morte

  • Nov 14, 2012
  • Da

Presentazione del progetto teatrale scritto e diretto da Serena Dandini a sostegno della Campagna No More!


Giovedì 15 novembre, ore 12.00
Casa Internazionale delle donne
Via della Lungara, 19 - Roma

dell'Osservatorio Nazionale Stalking
22 novembre 2011

L’Osservatorio Nazionale Stalking indirizza la campagna di prevenzione dello stalking ai più giovani e alle scuole.
Sappiamo bene come gli inascoltati disagi psicologici che portano ad un comportamento abusante da adulti sono spesso la diretta conseguenza di una gioventù ed un’infanzia carenti di comunicazione e supporto da parte delle figure di riferimento.
Tra gli obiettivi del mese di novembre è prevista una campagna informativa riguardo alla complessa tematica dello stalking indirizzata ai giovanissimi: il tour nazionale si svolgerà dal 21 al 26 novembre farà tappa nelle città di Roma, Milano, Cagliari, Vibo Valentia e Catanzaro.
Leggi il dossier completo (.pdf, 1Mb)
da Arcigay



Dal 2007, il 17 maggio di ogni anno si celebra la Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia quale momento di riflessioni e azioni per denunciare e lottare contro ogni violenza fisica, morale o simbolica legata all’orientamento sessuale.
Il 17 maggio è stato scelto perché è la ricorrenza dalla rimozione dell’omosessualità dalla lista delle malattie mentali nella classificazione internazionale delle malattie pubblicata dall’Organizzazione mondiale della sanità avvenuta nel 1990.
Arcigay per l’occasione organizza, dal 2009, su tutto il territorio nazionale momenti di riflessione e campagne nazionali di sensibilizzazione e per il contrasto all’omofobia e transfobia.

L'Assemblea Permanente delle donne, dopo un'attesa durata diversi mesi, è stata finalmente ricevuta in via ufficiale il 14 aprile scorso all'interno della Regione Lazio da Fabiana Santini, Assessora alla Cultura, Arte e Sport, per illustrare le ragioni del totale disaccordo con la proposta di legge Tarzia, contro la quale sono state raccolte, a oggi, 80.000 firme.

PER DIRE Sì ALLA SALUTE E  ALL’AUTODETERMINAZIONE DELLE DONNE

Le donne, i comitati e i vari gruppi che hanno raccolto le firme della petizione popolare che dice NO alla proposta di legge Tarzia si danno appuntamento alle ore 10 giovedì 14 aprile sotto al Consultorio di Via dei Lincei, 93. In corteo raggiungeranno la sede della Regione Lazio in Via Rosa Raimondi Garibaldi per consegnare le prime 80.000 firme alla Presidente Renata Polverini.

PER DIRE SI' ALLA SALUTE E ALL’AUTODETERMINAZIONE DELLE DONNE

Incontri pubblici, dibattiti e tante, tantissime firme: i NO alla proposta di legge Tarzia aumentano di giorno in giorno. La petizione con cui chiediamo il ritiro di questa proposta di legge regionale (denominata 'Riforma e riqualificazione dei consultori familiari') continua a raccogliere adesioni e consensi, intanto abbiamo deciso di consegnare le prime 80.000 firme alla Presidente della Regione Lazio Renata Polverini.
da daSud




Creatività, Comunicazione e Discussione e una campagna diffusa e partecipata per costruire un Paese senza mafie
» Leggi tutto




Ogni anno 350.000 donne muoiono per complicazioni legate alla gravidanza e al parto. La maggior parte di queste morti potrebbe essere evitata garantendo cure mediche accessibili e tempestive.
Questa non è soltanto un'emergenza sanitaria mondiale, è uno scandalo per i diritti umani. È giunto il momento di trattare questa crisi dei diritti umani con l'urgenza che merita. Queste morti tragicamente diffuse tra le donne che vivono in povertà non possono continuare. Devono finire, ora!

facebook

Zeroviolenza è un progetto di informazione indipendente che legge le dinamiche sociali ed economiche attraverso la relazione tra uomini e donne e tra generazioni differenti.

leggi di più

 Creative Commons // Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Gli articoli contenuti in questo sito, qualora non diversamente specificato, sono sotto la licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0)