IL MANIFESTO

Una brutta giornata per il clima. E per la pace

Climate ChangeGiuseppe Onufrio, Il Manifesto
11 aprile 2017

La mancata firma statunitense al G7 energia sul l’impegno a realizzare l'Accordo di Parigi sul clima, che invece rimane forte e deciso per gli altri membri e per la Ue, conferma la linea negazionista dell'amministrazione Trump.

Sotto la neve la verità di Ivan

Terremoto neve Gran SassoEmanuele Scaringi e Daniele Vicari, Il Manifesto
9 aprile 2017

Ivan si è salvato, semi assiderato è riuscito a ritrovare la strada di casa tra montagne. Suo padre e suo fratello, con cui era andato a prendere medicine e viveri a Teramo, sono morti nel buio e nel gelo, l’auto in panne in mezzo alla nevicata, la stessa di Rigopiano. I soccorsi non sono mai arrivati. Non gli hanno creduto.

Dietro l'uniforme il nulla

Picasso, Ragazze davanti allo specchioSarantis Thanopulos, Il Manifesto
8 aprile 2017

Nello scontro tra il costume occidentale di "scoprirsi" e quello islamico di "coprirsi", apparentemente un dialogo tra sordi, è sempre più chiara l’inconsapevole complicità sotterranea tra le due parti.

L'Aquila riparte, ma senza le scuole

Terremoto L'AquilaSerena Giannico, Il Manifesto
6 aprile 2017

È un megacantiere, L'Aquila, il più grande d’Europa, dicono, otto anni dopo la grande devastazione. Sono otto anni dal sisma che distrusse la città e diversi altri comuni del circondario. E la terra balla ancora. Il 24 agosto scorso il terremoto ha raso al suolo Amatrice, che dista appena 20 chilometri.

58 morti di gas in Siria: il mondo riscopre la guerra

Guerra SiriaChiara Cruciati, Il Manifesto
5 aprile 2017

La cittadina di Khan Sheikhoun è riuscita dove gli attacchi qaedisti a Damasco delle ultime settimane avevano fallito: riaccendere l’attenzione internazionale sulla Siria, spenta a dicembre dopo lo sdegno globale per la brutale battaglia di Aleppo.
Eppure la guerra siriana non è mai finita. Ieri a ricordarlo sono stati i 58 morti (11 bambini) della provincia di Idlib, secondo fonti locali provocati da gas tossico ancora non identificato.

La famiglia di Giulio Regeni: "Abbiamo le prove"

Giulio RegeniEleonora Martini, Il Manifesto
4 aprile 2017

La cattura, la sparizione, la tortura e l'omicidio di Giulio Regeni non sono opera di qualche «mela marcia» interna al servizio delle forze dell’ordine egiziane ma hanno il marchio dello Stato. Quello presieduto dal generale golpista Abdel Fattah al Sisi.

"Le Ong sono solo un capro espiatorio"

Bansky MigrantiMarina Della Croce, Il Manifesto
1 aprile 2017

L’accusa è infamante e riguarda un ipotetico coinvolgimento con le organizzazioni criminali che gestiscono il traffico di migranti dalle coste africane verso l’Europa. Per ora si tratta solo di dubbi, sospetti sui quali da alcune settimane sta lavorando la procura di Catania, ma il solo fatto che qualcuno possa pensare a una loro collusione con i trafficanti di uomini, indigna le Ong
Keith Haring, DirittiEleonora Martini, Il Manifesto
29 marzo 2017

Sui diritti umani l'Onu boccia l'Italia. A 360 gradi: sovraffollamento carcerario, assenza del reato di tortura, violenze delle forze dell'ordine, mancanza di identificativi sulle divise, espulsioni collettive dei migranti, abusi negli hotspot, respingimenti privi di garanzie, minori non accompagnati insufficientemente tutelati,

Carceri, Cie e hotspot distanti dalla legalità

Carcere Cie libertàEleonora Martini, Il Manifesto
22 marzo 2017

Diecimila detenuti in più rispetto ai posti realmente disponibili nelle carceri italiane, con punte in taluni istituti del 300% rispetto alla capienza; 12 suicidi e 205 tentati suicidi dall'inizio dell'anno, soprattutto connessi al disagio mentale; un sistema di detenzione "pensata al maschile" nel quale le donne "rischiano di diventare invisibili e insignificanti";
Discriminazioni handicapSerena Giannico, Il Manifesto
21 marzo 2017

La data limite per iscriversi alle scuole medie era il 7 marzo, ma per un bambino autistico a Lanciano non c'è posto. "Siamo pieni", si sarebbe sentita dire una mamma che ha tentato, finora inutilmente, di iscrivere il proprio figlio in tre istituti dei quattro presenti in città.

facebook