Expo Africa agricolturaAlessandro Giannì, Zeroviolenza
12 maggio 2015

Ci sono, e ci saranno, molti modi per etichettare l'Expo di Milano. Corruzione, luna park, abbuffata planetaria, occasione per il Paese. Di sicuro era un'occasione, sprecata fino ad ora, per parlare di sicurezza alimentare. Che non è la sicurezza degli alimenti (anche quello è un capitolo interessante…) ma la ragionevole certezza di aver da mangiare per sé e la propria famiglia.

Qui coltiviamo la terra e la libertà

È la sfida delle donne di Crateús, in una delle zone più povere del Brasile. Le contadine cercano di sottrarsi alla miseria e allo strapotere dei latifondisti con l'aiuto di una ong, WeWorld, e di una donna, Erbenia, che guida la Caritas locale. Tutte e due schierate dalla parte delle madri.
Emanuela Zuccalà, Io Donna ...

Could the TTIP deal undo development gains?

  • Mercoledì, 25 Marzo 2015 12:47 ,
  • Pubblicato in L'Articolo
Barbara Crowther, The Guardian
24 marzo 2015

UN secretary general Ban-ki Moon has clearly stated his ambition for the sustainable development goals to be the most inclusive global development process ever, saying: "Development, after all, is about people. Their aspirations and ambitions must shape our policies and goals. I am determined to make sure that what a farmer says in Tanzania... will be heard at UN headquarters."

Mondeggi, la forza di un'utopia che diventa realtà

  • Giovedì, 11 Dicembre 2014 08:16 ,
  • Pubblicato in ZeroViolenza
Francesco Valente, Zeroviolenza
11 dicembre 2014

Nei dintorni di Firenze c'è una tenuta di circa 200 ettari denominata Mondeggi: paesaggio collinare tipico, molto variato, molto ricco, molto bello. Negli anni '60 viene acquisita dalla Provincia che ne smantella l'antico assetto poderale riorganizzandola come una moderna impresa agroindustriale molto d'eccellenza, molto innovativa, ...molto fallita.

Caporalato, scattano i controlli

Lavoro nero, una piaga dell'agricoltura. Sulla Murgia e nel sud-est per la raccolta delle olive e degli ortaggi vendono impiegati immigrati dall'Est europeo costretti a vivere in condizioni di schiavitùNella provincia di Bari il fenomeno del lavoro clandestino è del 45% al di sopra della media regionale, già alta.
Luca Natile, La Gazzetta del Mezzogiorno ...

facebook