Un dono sovversivo

  • Venerdì, 24 Aprile 2015 08:13 ,
  • Pubblicato in IL MANIFESTO
Economia del donoAlessandra Pigliaru, Il Manifesto
24 aprile 2015

Tra antro­po­lo­gia, filo­so­fia, semio­tica e lin­gui­stica, secondo Gene­vieve Vau­ghan l'economia del dono è effi­cace per­ché le si rico­no­scono le radici nel dono materno uni­la­te­rale. La scelta radi­cale di par­lare di dono attra­verso una cri­tica fem­mi­ni­sta è stata una pra­tica e una sco­perta, metodo teorico-pratico di let­tura della realtà. Negli anni, alcune inter­se­zioni – come per esem­pio i Moderni studi matriar­cali fon­dati da Heide Goettner-Abendroth – hanno lam­bito le ori­gi­nali ana­lisi di Vau­ghan sull'urgenza dell'economia del dono.

"Modaiolo e neoliberista il femminismo ci ha tradite"

  • Mercoledì, 01 Aprile 2015 07:37 ,
  • Pubblicato in L'Opinione
Alba - Le mie donneFrancesca De Benedetti, La Repubblica
31 marzo 2015

Il femminismo è stato rinnegato con campagne social, è diventato mainstream e si è trasformato in brand, come la campagna Lean in di Sheryl Sandberg, direttrice di Facebook. La lotta delle donne si è concentrata sul corpo, l'identità, la conquista dei vertici della società: lavorare per emergere". Ma a cosa serve che poche sfondino il vetro mentre la maggior parte delle donne lavora in condizioni precarie e l'austerity sferra gli ultimi colpi al sistema di welfare?" Il femminismo come ancella del neoliberismo è centro d'attrazione dell'indagine di Nancy Fraser. ...
Il femminismo è stato rinnegato con campagne social, è diventato mainstream e si è trasformato in brand, come la campagna Lean in di Sheryl Sandberg, direttrice di Facebook. La lotta delle donne si è concentrata sul corpo, l'identità, la conquista dei vertici della società: lavorare per emergere". Ma a cosa serve che poche sfondino il vetro mentre la maggior parte delle donne lavora in condizioni precarie e l'austerity sferra gli ultimi colpi al sistema di welfare?" Il femminismo come ancella del neoliberismo è centro d'attrazione dell'indagine di Nancy Fraser.
Francesca De Benedetti, La Repubblica ...

Non c’è tempo per l’amore: il capitalismo romantico

  • Lunedì, 23 Febbraio 2015 09:41 ,
  • Pubblicato in Flash news
Intersezioni
23.02.2015

Al sistema di produzione non importa se sei ubriaca d’amore, arrapata, triste o in lutto. Il capitalismo ci ingabbia, vuole che dedichiamo il nostro tempo al lavoro o al consumo: l’amore è improduttivo. I femminismi reclamano la conciliazione della vita lavorativa e del lavoro riproduttivo, ma abbiamo ancor più bisogno di un modello (di esistenza) compatibile con il piacere e gli affetti.

Sommersi come siamo dai luoghi comuni sulla vecchiaia non riusciamo più a distinguere una carrozzella da un tapis roulant. Lo stereotipo della vecchiaia sorridente che corre e fa ginnastica ha finito con l'avere il sopravvento sull'immagine ben più mesta di una decadenza che provoca dolore e tristezza. Guardo Rossana Rossanda, il suo inconfondibile neo. La guardo mentre i polsi esili sfiorano i braccioli della sedia con le ruote.
Antonio Gnoli, La Repubblica ...

facebook