Il Paese delle donne
10 04 2013

Il Comité de Madres y Familiares con Hijas Desaparecidas ha denunciato che, dal mese di gennaio sono già 32 le donne scomparse a Ciudad Juarez in Messico.
Tra il 1993 e il 2008 le donne torturate, violentata e assassinate sono state 759.
A confermare una impennata del clima di violenza e intimidazione contro le donne, va segnalato che lo scorso 5 aprile il Centro de Defensa de los Derechos Humanos de la Mujer è stato attaccato meno di 48 ore dopo che le attiviste si erano riunite con le autorità della città per chiedere più misure preventive contro i rapimenti.

La Camera dei deputati ha esortato il governo dello stato di Chiuhahua a creare una pagina web aggiornata con tutti i dati relativi ai casi di donne scomparse come richiesto nel 2009 dalla Corte Interamericana de Derechos Humanos (CoIDH) sollecitando la recalcitrante procura (Fiscalía General) a fornire tutte le informazioni sui casi di donne scomparse in quella città all’organizzazione "Nuestras Hijas de Regreso a Casa" poiché ad oggi non esistono informazioni ufficiali sulla portata del femminicidio

Corriere della Sera
14 02 2013

Tra gli arrestati anche un 16enne. Le donne furono violentate lo scorso 4 febbraio, mentre si trovavano in un bungalow

Le autorità messicane considerano «risolto» il caso delle spagnole violentate ad Acapulco: sono state arrestate 6 persone «che hanno confessati i fatti». Abbiamo «prove evidenti della loro partecipazione», ha spiegato il procuratore generale del Messico, Jesùs Murillo Karam, in una conferenza stampa in cui ha dato i dettagli dell'operazione.

GLI ARRESTATI - Tra gli arrestati c'è anche un 16enne. Le sei spagnole furono violentate lo scorso 4 febbraio, mentre si trovavano in un complesso di bungalow alle porte della città, una delle principali mete turistiche messicane.

FRONTIERA USA-MESSICO, SI PAGA CON LO STUPRO

  • Domenica, 04 Dicembre 2011 09:19 ,
  • Pubblicato in REPUBBLICA
di Valeria Fraschetti, Repubblica
2 dicembre 2011

Le iniezioni anticoncezionali per difendersi.
Il dramma delle migliaia di donne del Centro-America che ogni anno attraversano i 5.000 chilometri di territorio messicano prima della frontiera con gli Stati Uniti. Una terra di nessuno governata da crudeltà e maltrattamenti, banditi, trafficanti e poliziotti senza scrupoli, che sottopongono ad ogni sorta di abuso i migranti. Specie le donne. "Impossibile convincere uno stupratore ad indossare il preservativo".

facebook