×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Puglia, le mani sporche degli schiavisti

Invisibili-CaporalatoUn sistema ben ramificato, e spesso spietato, che coinvolge diverse forme di caporalato, un numero imprecisato di agricoltori, la corsa al profitto di cooperative, consorzi o aziende singole... [...] Tra le fessure di questa massiccia struttura piramidale, s'infiltrano le mafie.
Matteo Fraschini Koffi, Avvenire ...

Informare per resistere
23 07 2015

LA VOCE DELL’ULIVO PRONTA A DISOBBEDIRE ALL'UE:
PIANTEREMO UN MILIONE DI ULIVI” VIA IL DIVIETO DI IMPIANTO: “FEBBRAIO 2016 È LA SCADENZA DEL NOSTRO ULTIMATUM”

È VIETATO PIANTARE ALBERI DI ULIVO IN SALENTO, questo è di fatto l’imposizione, contenuta nell’ART 5, della Decisione di Esecuzione dell’UNIONE EUROPEA N.789 del 18 Maggio 2015 e ribadita con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15 Giugno 2015, N. 84. a Voce dell’Ulivo: “Non siamo più disposti ad accettare diktat da coloro i quali, sotto l’insegna della globalizzazione, stanno portando alla morte i nostri alberi”.

Ancora dall’Associazione: “Chi cercherà di fermarci verrà ricordato, da tutto il mondo e nei secoli, come colui il quale ha impedito, ai custodi della terra, di impiantare il simbolo di Pace e di Vita, l’ULIVO!”.

Il Salento in questi due anni è stato invaso solo da montagne di carte bollate, che hanno portato ad un unico risultato, quello dell’avanzata inesorabile dei disseccamenti dei nostri alberi.

È proprio in questi giorni di caldo torrido che i fenomeni di disseccamento degli ulivi salentini hanno ripreso ad essere più che esponenziali. Quindi a questo punto la Voce dell’Ulivo dice BASTA: “La politica si prodighi una volta per tutte e non ci interessa in che modo, a TRATTARE con l’Unione Europea, per ottenere la deroga al divieto d’impianto di alberi di ulivo, viceversa i nostri agricoltori DISOBBEDIRANNO ALL’UE!”.

Ancora dall’associazione: “Gli alberelli di ulivo verranno acquistati dai vivai salentini e saremo pronti, nel periodo più propizio (Febbraio 2016), a partire con un’operazione massiccia di impianto di ulivi, quasi al pari di un piano olivicolo nazionale”. Infine dall’alleanza: “questo è ciò che promettiamo di fare ed è ciò che i nostri agricoltori ci hanno chiesto per sperare di continuare ad essere i custodi della terra e del Salento”.

Mohamed è morto raccogliendo pomodori

  • Giovedì, 23 Luglio 2015 08:37 ,
  • Pubblicato in La Denuncia
Nardò-MigrantiAntonio Sciotto, Il Manifesto
22 luglio 2015

Il caldo eccessivo, il sole forte, probabilmente la stanchezza, lo hanno stroncato: è successo l'altro ieri, alle due del pomeriggio, in un campo di Nardò, in provincia di Lecce. Il bracciante, un immigrato sudanese di 47 anni, non aveva un contratto, ma era in possesso della carta di soggiorno in quanto richiedente asilo. ...

Mohamed è morto raccogliendo pomodori

Nardò-Migranti
Il caldo eccessivo, il sole forte, probabilmente la stanchezza, lo hanno stroncato: è successo l'altro ieri, alle due del pomeriggio, in un campo di Nardò, in provincia di Lecce. Il bracciante, un immigrato sudanese di 47 anni, non aveva un contratto, ma era in possesso della carta di soggiorno in quanto richiedente asilo.
Antonio Sciotto, Il Manifesto ...

Blitz anti-Xylella. Tagliati 45 ulivi

  • Mercoledì, 08 Luglio 2015 08:30 ,
  • Pubblicato in Flash news

Avvenire
08 07 2015

Ieri all`alba blitz delle forze dell`ordine per l`abbattimento di 45 ulivi a Oria, in provincia di Brindisi. Per il governatore pugliese, Michele Emiliano, però, sulla Xylella «mancano certezze scientifiche». Il commissario del governo: operazione di tutela del patrimonio agricolo. Le lacrime dei proprietari a Oria: è un crimine, hanno fatto una strage. ...

facebook