Solo la cultura può salvare Roma dalla tristezza

Keith Haring Untitled 1982Christian Raimo, Internazionale
17 gennaio 2016

Soffocata dalle polveri sottili e dalla pioggia di guano degli uccelli, Roma si sta trasformando in una specie di gigantesco non-luogo asfissiante e sfibrato. Una città senza sindaco e con due papi, e sotto la tutela di due commissari:

Il "Sindaco" Tronca privatizza gli asili nido pubblici di Roma

  • Mercoledì, 13 Gennaio 2016 19:17 ,
  • Pubblicato in ZeroViolenza
Protesta asili nido a RomaSilvia Palombo, Zeroviolenza
14 gennaio 2016

Dei circa 75.000 bambini che nell'anno scolastico 2014/2015 avrebbero potuto frequentare l'asilo nido a Roma,  hanno usufruito del servizio offerto dal  circa 22.000 bambini (Dati ISTAT e DUP 2016/2018 di Roma Capitale).

Giù le mani da Esc, giù le mani dalla città solidale!

  • Mercoledì, 13 Gennaio 2016 14:44 ,
  • Pubblicato in DINAMO PRESS
Esc Atelier AutogestitoEsc Atelier    
13 Gennaio 2016

In una città allo sbando, grigia e provinciale come nessuna capitale europea, città corrotta e inospitale, stupisce che il "sussulto civico" preteso dal Commissario Tronca si traduca nell'accanimento contro centri sociali autogestiti e associazioni culturali.
Indipendenti.eu
29 dicembre 2015

Ieri 28 Dicembre si è svolto, in Campidoglio, un incontro tra le rappresentanze dei lavoratori dei canili di Roma e l’amministrazione capitolina.
Roma Capitale era rappresentata dal sub commissario con delega all’ambiente, e Generale dei Carabinieri in pensione, dott. De Milato e la vice capo di gabinetto dott.ssa Matarazzo.
Sul tavolo della trattativa il futuro dei lavoratori dei canili di Roma e del servizio stesso.

È bene ricordare in quale situazione versano i lavoratori dopo la battaglia combattuta nei mesi autunnali contro il bando ammazza canili prodotto della giunta Marino. Gli operatori e le operatrici del canile della muratella (94) e quelli del canile del poverello (5) hanno subito una sostanziale decurtazione del monte ore e, conseguentemente, dello stipendio dovendo chiedere addirittura l’accesso alla cassa integrazione in deroga.

Oltre l’impoverimento dei lavoratori, c’è stata una riduzione del servizio stesso, inevitabilmente rallentato, con danni alla cittadinanza che quotidianamente usufruisce dei servizi che noi eroghiamo.

Questa era la base da cui si partiva nell’incontro di ieri. ma non c’è mai fine al peggio ed infatti la proposta uscita dall’amministrazione è la seguente: chiusura del canile più grande di Roma, ovvero la Muratella, licenziamento di 100 lavoratori e lavoratrici, fine di un servizio che, a Roma, ha servito oltre 500.000 cittadini, in oltre 15 anni di storia. Ovviamente i cani, oggi ospiti nella struttura, sarebbero trasferiti in massa nei canili privati.

Questa è la prospettiva che la Roma dei commissari ha riservato per noi, in perfetta continuità con la giunta Marino e anzi, con ancora più ferocia, vengono praticate le politiche di austerità imposte dal governo Renzi.

Inutile dire che non siamo disposti ad accettare questo disegno, a mettere sul piatto i nostri diritti e il nostro salario contro il benessere dei cani che accudiamo; non siamo disposti ad accettare il sacrificio delle nostre vite in cambio di un risparmio ridicolo che produce precarietà, sfruttamento e privatizzazione dei beni e servizi collettivi.

Chiediamo non solo che i partiti politici, già in campagna elettorale, i movimenti con cui abbiamo costruito momenti di dibattito e conflittualità , le associazioni animaliste si esprimano; vogliamo combattere per impedire che un modello scellerato venga imposto alla nostra città e per difendere i nostri diritti e il nostro futuro.

Per questo ci mobiliteremo ed attiveremo e proponiamo a cittadini, realtà sociali, sindacali e politiche, colpiti come noi dalle scellerate politiche di austerity, di farlo con noi.
Per prendere parola su quello che oggi accade a Roma nella gestione dei servizi e della cooperazione sociale, messa in ginocchio prima da Mafia capitale e poi dai tagli insensati che sono stati imposti ai bilanci di Roma Capitale.
Per resistere un minuto di più di loro, diamo i seguenti appuntamenti:

GIOVEDI’ 31 DICEMBRE ORE 10.30 APPUNTAMENTO SOTTO LA PREFETTURA, VIA 4 NOVEMBRE 119, PER CHIEDERE AL PREFETTO GABRIELLI DI FERMARE QUESTO MASSACRO
LUNEDI 4 GENNAIO ORE 11.00 ASSEMBLEA PUBBLICA NEL CANILE DELLA MURATELLA, VIA DELLA MAGLIANA 856

LE LAVORATRICI E I LAVORATORI DEL CANILE COMUNALE DELLA MURATELLA

I "vicini di casa" migranti e la solitudine degli italiani

  • Venerdì, 18 Dicembre 2015 10:31 ,
  • Pubblicato in Il Libro

Migranti e italianiSimone Pieranni, Il Manifesto
18 dicembre 2015

Proprio sulle pagine del manifesto nel settembre e nell'ottobre 2014 Giuliano Santoro aveva pubblicato due reportage in seguito all'omicidio del ragazzo pakistano Shahzad, in via Ludovico Pavoni, nel quartiere di Torpignattara, a Roma. ...

facebook