Aylan commuove solo d'estate

  • Giovedì, 10 Dicembre 2015 11:25 ,
  • Pubblicato in Il Commento
AylanCaterina Soffici, Il Fatto Quotidiano
10 dicembre 2015

Vi ricordate il piccolo Aylan? Il nome forse l'avevate già dimenticato, ma la foto no. Era il bambino siriano, tre anni, la maglietta rossa e in pantaloncini blu, le scarpe ancora ai piedi, la testa nelle onde, il corpicino riverso sulla spiaggia di Bodrum, in Turchia. ...

Caos di guerra

  • Giovedì, 03 Dicembre 2015 10:28 ,
  • Pubblicato in L'Articolo
Guerra Turchia e SiriaTommaso Di Francesco, Il Manifesto
3 dicembre 2015

Stiamo facendo tutti finta di non vedere quel che sta per accadere in Siria: una guerra di ancora più vaste proporzioni che va ad aggiungersi a quella in corso che l'Occidente ha alimentato sostenendo radicalismi armati di ogni genere purché fossero contro Assad. ...

Un brutto affare

  • Giovedì, 03 Dicembre 2015 09:14 ,
  • Pubblicato in L'Articolo
Turchia Russia petrolioGiuseppe Acconcia, Il Manifesto
3 dicembre 2015

Mosca ha scoperto il vaso di Pandora degli affari petroliferi tra Ankara e Stato islamico (Is). Secondo alcune stime, la produzione petrolifera complessiva dello Stato islamico, raggiungerebbe i 35-40 mila barili al giorno. ...

"L'America resta lontana, l'Europa faccia da sola"

  • Giovedì, 26 Novembre 2015 09:42 ,
  • Pubblicato in L'Intervista
Europa bilicoFederico Fubini, Corriere della Sera
26 novembre 2015

A quarant'anni dallo studio che gli sarebbe valso il Nobel per l'Economia, Joseph Stiglitz non cambia stile: fuori dagli schemi, eclettico invece che ideologico, fermo sui valori [...] verso conclusioni decisamente crude sull'emergenza siriana: l'Europa dovrà fare da sé. Senza gli Stati Uniti. ...

Il destino di Raqqa ai tempi del Califfato

  • Venerdì, 20 Novembre 2015 12:18 ,
  • Pubblicato in Il Racconto
RaqqaAlberto Negri, Il Sole 24 Ore
20 novembre 2015

Come si vive in Siria ai tempi del Califfato? Il destino di Raqqa racconta una storia emblematica della guerra siriana che racchiude prima la paura per la repressione esercitata dal regime di Bashar Assad, poi le speranze sollevate dall'avanzata dei ribelli e infine il cupo terrore imposto da al-Baghdadi. ...

facebook