Vittime di tratta: rimpatriate

trattaNessuno ha comunicato loro la possibilità di chiedere protezione né fatto domande sul viaggio. E dire che sarebbe bastato chiedere quanto hanno pagato il trasporto in mare, per capire che c'era qualcosa di strano: nessuna di loro ha pagato nulla, un chiaro segnale che le ragazze sono vittime di tratta
Serena Chiodo, Il Manifesto ...

Cronache di ordinario razzismo
17 09 2015

Qui di seguito l’appello lanciato in queste ultime ore dalla Cild Italia

In queste ore 20 ragazze nigeriane stanno subendo un provvedimento di rimpatrio forzato (dal Cie di Ponte Galeria), nonostante vi sia la decisione di sospensiva presa dal tribunale di Roma.

Invitiamo il ministero degli Interni a fermarsi urgentemente e andare a verificare uno a uno i provvedimenti di sospensiva ottenuti dagli avvocati della clinica legale dell’Università di Roma Tre.

Da giorni la campagna LasciateCIEntrare aveva lanciato l’allarme del rimpatrio possibile.

La Nigeria è un paese dove si rischia la vita a causa della attività del gruppo terroristico di Boko Haram, dove il ministero degli esteri sconsiglia di andare. Ma ciò è irrilevante per le 20 ragazze nigeriane.

“Oggi il sotto-Comitato Onu contro la tortura ha iniziato la sua prima visita ispettiva in Italia. Ieri una delegazione del Comitato ci ha incontrato – dichiara Patrizio Gonnella, presidente della Coalizione delle libertà civili in Italia. “Non è questa una bella accoglienza da parte delle autorità italiane.”

Spetta al governo estirpare le mafie dell'agroalimentare

  • Sabato, 05 Settembre 2015 10:29 ,
  • Pubblicato in L'Opinione
Caporalato e agricolturaMarco Omizzolo, Left
5 settembre 2015

Ci sono volute le morti di dodici braccianti per svegliare il governo. Lavoratrici e lavoratori sfruttati sino alla morte da un sistema fondato sulla tratta internazionale e governato dalla Grande Distribuzione Organizzata e dalle mafie. ...

La tratta delle donne in arrivo dalla Libia

  • Lunedì, 03 Agosto 2015 10:25 ,
  • Pubblicato in La Denuncia
Violenza sulle donne migrantiIlaria Solaini, Avvenire
2 agosto 2015

Le loro vite appartengono ai trafficanti, che le costringono alla traversata nel deserto del Sahara e del Sahel e poi al viaggio sui gommoni nel Mediterraneo. Vengono vendute più volte, in vari passaggi di mano, subiscono violenze a ripetizione, sono costrette a prostituirsi. ...

La tratta delle donne in arrivo dalla Libia

Violenza sulle donne migrantiIlaria Solaini, Avvenire
2 agosto 2015

Le loro vite appartengono ai trafficanti, che le costringono alla traversata nel deserto del Sahara e del Sahel e poi al viaggio sui gommoni nel Mediterraneo. Vengono vendute più volte, in vari passaggi di mano, subiscono violenze a ripetizione, sono costrette a prostituirsi. ...

facebook