×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 404

STEFANIA UCCISA PERCHE' DONNA

di Lea Melandri, La 27° ora
30 dicembre 2011

Un giovane ventiquattrenne, studente di psicologia all’Università La Sapienza di Roma, uccide a coltellate la donna che dice di aver amato “più della sua vita”. Come si può prevenire la violenza, sempre più frequente, che vede l’amore di un uomo trasformarsi in odio, una separazione diventare così intollerabile da trasformarsi in una incontrollata pulsione omicida?
Gli amici e le amiche di Stefania Noce non potevano scegliere un modo migliore per ricordarla che farlo “con le sue parole e le sue lotte”.
di Dacia Maraini, La 27esima ora
31 agosto 2012

Bambine adorate dai genitori che un giorno scompaiono, ragazze che scelgono di non far nascere il frutto di uno stupro, donne che per amore continuano a cadere dalle scale. Anticipiamo due brani tratti dalla raccolta L’amore rubato di Dacia Maraini, in uscita in questi giorni.

25 NOVEMBRE: LA VIOLENZA SULLE DONNE E’ SEMPRE UN TABU’

  • Martedì, 22 Novembre 2011 07:52 ,
  • Pubblicato in Il Corsivo
di Monica Pepe
22 novembre 2011

Quando un uomo commette violenza nei confronti di una donna alla quale è legato sentimentalmente è già tutto accaduto. E’ successo qualcosa prima. Non è mai un raptus come viene disonestamente proposto ancora oggi da una parte dell’informazione. La violenza sulle donne è sempre e comunque da condannare, ma è utile indossare lenti più profonde per vedere che c’è una storia nella vita di quell’uomo e di quella donna che hanno contratto un ingaggio profondo e inconscio. 

CHI E' IMMUNE DALLA VIOLENZA?

  • Domenica, 29 Aprile 2012 09:52 ,
  • Pubblicato in ZeroViolenza
di Monica Pepe, Zeroviolenzadonne
29 aprile 2012

Di quelle violenze di donne ammazzate o stuprate, a cui ormai assistiamo quotidianamente, molti gruppi di donne e di uomini, anche molti giornalisti ormai chiedono una presa di coscienza a livello pubblico e politico.
Da quando ne abbiamo memoria, la violenza maschile sulle donne è l'ombra lunga dell'inconscio collettivo – valvola invisibile e riparatoria della asimmetria della relazione sessuale e riproduttiva tra uomini e donne – con la quale ogni bambina/o cresce e ogni essere adulto convive anche solo a livello immaginifico.

DOPO #TORINOBURNING, UNA RIFLESSIONE SUL FALSO STUPRO

  • Lunedì, 12 Dicembre 2011 11:18 ,
  • Pubblicato in Il Commento
di Giovanna Cosenza, dis.amb.iguando
12 dicembre 2011 
 
Dopo la vicenda raccapricciante del campo nomadi bruciato a Torino (QUI lo storify di Valigia Blu), è utile fare qualche riflessione sulla notizia che appare secondaria: quella di una ragazzina di sedici anni che si inventa, complice il fratello, di essere stata stuprata da due rom, perché lo ritiene meno grave che confessare ai genitori di aver avuto, consenziente, il primo rapporto sessuale.

facebook