×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Profughi bambini abusati dal prof di religione

Huffington Post
05 06 2015

Augusta, insegnante di religione arrestato mentre consumava rapporti sessuali con minorenni migranti

C'è chi lucra sull'accoglienza dei richiedenti asilo e c'è chi approfitta dei minori stranieri senza genitori per ricavare piacere sessuale. Giuseppe Abbate, insegnante di religione, potrebbe far parte di questa seconda categoria: secondo gli inquirenti, infatti, pagava oppure faceva piccoli regali ai giovani ragazzi sbarcati in Sicilia in cambio di rapporti sessuali.

Quella della procura di Catania non è una semplice accusa: il professore cinquantenne è stato arrestato in flagranza di reato, proprio mentre si trovava in una situazione di inequivocabile intimità con due minorenni di 15 e 16 anni che in una audizione protetta hanno fornito ulteriori prove a carico dell'uomo.

Il primo a rivelare i giochi sporchi di Abbate è stato un ragazzo egiziano ospitato in una casa famiglia di Roma. Dalla sua testimonianza sono partite le indagini dei magistrati catanesi. La posizione del docente è aggravata dal fatto che numerosi minorenni erano affidati alla sua responsabilità come tutore dal Tribunale per i minorenni: è il caso di uno dei due ragazzi con i quali è stato sorpreso dagli agenti.

I ragazzi affidati alla sua tutela vivevano in casa con Abbate che, proprio nell'ottobre scorso, plaudiva alla decisione del Comune di Augusta di aprire un centro per minori accompagnati in città.

Giuseppe Abbate era stato assessore nella giunta del sindaco Bono, si era candidato anche alle elezioni della scorsa settimana ma non è stato eletto.

Ansa
25 05 2015

Sono 15.117 i minori scomparsi in Italia e mai rintracciati dal 1974 al 2014. 13.489 sono stranieri, 1.628 italiani. In generale, tra tutte le persone di cui si è registrata la sparizione il 51,7% ha meno di 18 anni. Sono i dati diffusi dal Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse del Ministero dell'Interno, Vittorio Piscitelli, in occasione della Giornata internazionale dei bambini scomparsi.

"I minori stranieri non accompagnati sono il problema dei problemi", ha affermato Piscitelli, durante un incontro promosso da Telefono azzurro. In generale, la causa della scomparsa "è sempre il disagio, la povertà o la guerra" e nel "64-65% dei casi il ritrovamento avviene nelle prime ore dopo la scomparsa, soprattutto nel caso dei minori, i quali non hanno risorse e che quindi sono spinti a chiedere aiuto".

Allarme Telefono Azzurro: linea minori scomparsi rischia chiusura - "Il 116.000, numero unico europeo per i bambini scomparsi, gestito in Italia da Telefono azzurro, rischia di chiudere a causa dei tagli della Commissione Europea". E' l'allarme lanciato dal presidente di Telefono azzurro, Ernesto Caffo, in occasione della Giornata internazionale dei bambini scomparsi. "Ogni anno nel mondo spariscono 8 milioni di bambini; in Europa 270 mila, cioè uno ogni due minuti - ha ricordato Caffo - in Italia dal maggio 2009 ad aprile 2015 il numero 116.000 ha gestito 610 casi di bambini spariti. Nel 38% dei casi si trattava di fughe da casa, nel 31% di fughe da istituti, nel 10% di sottrazioni internazionali, nel 6% di minori stranieri non accompagnati". Nel 2014 in Europa la linea 116.000 ha gestito 6.119 casi di bambini scomparsi. Telefono Azzurro, in collaborazione con la federazione Missing Children Europe, ha lanciato oggi la campagna "#Salvail116.000, salva un bambino", "per poter continuare a garantire un servizio essenziale".

 

L'anno del Signore 2015, il secondo del pontificato di papa Francesco, vede il primo prete arrestato per pedofilia proprio agli inizi del calendario, il 2 gennaio scorso [...] Dalle Alpi alla Sicilia, in diverse comunità sparse nello Stivale e nelle Isole maggiori e minori, dal 2 gennaio al 6 maggio scorso [...], si contano 18 ecclesiastici italiani arrestati o coinvolti in inchieste giudiziarie per fatti simili. In 120 giorni, e facendo la statistica con il metodo di Trilussa, fanno 4,5 preti al mese.
Filippo di Giacomo, il Venerdì-la Repubblica ...
bambini-mostriC'è uno spazio grigio in cui le ferite non si vedono e le urla non si sentono. Capita quando un bambino smette di sorridere, diventa violento, non parla più e sembra detestare il mondo. A volte, ma sempre più spesso, dietro quel comportamento c'è la storia di un maltrattamento: non solo fisico, non solo evidente, ma fatto di trascuratezza, indifferenza, incuria, di abbracci negati o di grida troppo forti.
Maria Novella De Luca, la Repubblica ...
"Quando è nervosa per affari suoi, mi tirai capelli senza che abbia fatto nulla e mi strattona. Urla, ci prende a calci, ci insulta e poi ci costringe a prendere delle pasticche". E la voce di uno degli otto minorenni ospitati nel centro "Monello Mare" di Santa Marinella. Racconta le violenze e i maltrattamenti subiti da un anno a questa parte lì, in quel lager mascherato da paradiso. 
Federica Angeli, la Repubblica ...

facebook